Servizio civile: mancata pubblicazione bando 2012

di Patrizia Del Pidio, pubblicato il

Comunicato Stampa 12 dicembre 2012 Federconsumatori

 

SERVIZIO CIVILE: GRAVISSIMA LA MANCATA PUBBLICAZIONE DEL BANDO PER IL 2012.

ASSURDA LA DECISIONE DI NON INVESTIRE NEL FUTURO E NELLA FORMAZIONE DEI GIOVANI.

 

In un momento di crisi come quello attuale, in cui la disoccupazione giovanile ha raggiunto livelli record, la mancata pubblicazione del bando per il servizio civile penalizza gravemente migliaia di ragazzi che avrebbero potuto sfruttare questa occasione per entrare nel mondo del lavoro. Il servizio civile può costituire una risorsa preziosa per i giovani che hanno appena terminato il proprio percorso scolastico o che comunque, grazie al contributo mensile previsto, riescono a pagarsi gli studi: il fatto che il bando non sia stato pubblicato per effetto dellaspending review dimostra la totale mancanza di attenzione da parte del Governo nei confronti di una delle categorie più colpite dagli effetti della crisi. Oltre al valore economico, poi, bisogna considerare l’importanza del servizio civile dal punto di vista sociale: non dimentichiamo infatti che i ragazzi che decidono di dedicare un anno al servizio civile svolgono attività di assistenza ad anziani e disabili, di difesa dell’ambiente e di educazione e promozione culturale, compiendo quindi una scelta di civismo e solidarietà.   In questi anni abbiamo già assistito alla progressiva riduzione dei posti messi a disposizione per il servizio civile (nel 2007 sono stati più di 51.000, lo scorso anno hanno superato di poco quota 20.000) ed ora la decisione di non investire nella formazione e nella professionalità dei giovani equivale non solo a privare molte famiglie della possibilità di accedere ad una risorsa economica importante ma anche a deprimere le possibilità di ripresa del nostro Paese.   Considerando che il prossimo bando verrà pubblicato nella primavera del 2013 – quindi i volontari non inizieranno a lavorare prima di settembre – riteniamo che la decisione di tagliare drasticamente le risorse dedicate a tali attività sia gravissima. E’ necessaria e urgente la pubblicazione di bandi straordinari che possano coprire i posti che avrebbero dovuto essere messi a disposizione per il 2012.  

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Cittadinanza attiva

I commenti sono chiusi.