Sanzione penale per chi manomette i contachilometri dell’auto: giro di vite targato Ue

Dopo la direttiva sulla revisione dell'auto, l'Unione Europea potrebbe dare il via libera tra dodici mesi ad una nuova rivoluzione nel settore automobilistico.

di Chiara Lanari, pubblicato il
Dopo la direttiva sulla revisione dell'auto, l'Unione Europea potrebbe dare il via libera tra dodici mesi ad una nuova rivoluzione nel settore automobilistico.

L’Unione Europea fa sul serio. In una risoluzione votata nella giornata di ieri dal Parlamento Ue, i deputati europei hanno dato il loro semaforo verde ad un documento che contiene al suo interno una norma rivoluzionaria per gli automobilisti di tutto il Vecchio Continente. Chi, infatti, dovesse manomettere il contachilometri dell’automobile, si troverebbe a fare i conti con una sanzione penale. E’ quanto prevede una norma che potrebbe diventare realtà tra dodici mesi, con tutte le conseguenze del caso. Il documento è passato con il voto di 577 favorevoli e 32 contrari. Si registrano, inoltre, 19 astenuti.

La tutela per chi compra auto usate

In questo modo, dovrebbero essere maggiormente tutelati tutti coloro che hanno intenzione di acquistare un veicolo usato. Non capita di rado che automobilisti, anche esperti, vengano raggirati al momento della compravendita, in particolare dai privati (non sono però da escludere, in questo contesto, le officine meccaniche e rivenditori autorizzati). La nuova normativa studiata dall’Unione Europea servirà come deterrente per chi desidera truffare i clienti, proponendo a prezzo maggiorato un’automobile grazie ad un contachilometri che come per miracolo segna alcune migliaia di km in meno rispetto invece a quanti l’auto ne ha effettivamente percorsi.

 

Il nuovo certificato per la revisione dell’auto

Come ricorderete, esiste una nuova direttiva emanata dall’Unione Europea, entrata in vigore il 20 maggio scorso, per la quale è stato introdotto un nuovo certificato per la revisione dell’auto, che i centri autorizzati sono obbligati ad emettere al termine della revisione e in cui sarà assegnato un giudizio all’auto. La nuova norma, inoltre, prevede che venga accertata qualsiasi eventuale manomissione del contachilometri. L’obiettivo dichiarato dalla Ue è basato sullo stesso principio della norma votata ieri dai parlamentari europei. Il giro di vite dell’Unione Europea va contro le numerose truffe segnalate sul territorio europeo al momento della vendita di un’automobile usata.

Leggi anche: Sanzione penale per chi manomette i contachilometri dell’auto: giro di vite targato Ue

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Economia Italia

I commenti sono chiusi.