Saldi invernali 2018: quanto spenderanno gli italiani, sarà un flop o un successo?

Al via i saldi invernali 2018 ma secondo il Codacons sarà un flop: italiani sempre meno inclini alle spese pazze.

di , pubblicato il
Al via i saldi invernali 2018 ma secondo il Codacons sarà un flop: italiani sempre meno inclini alle spese pazze.

Iniziano oggi i saldi invernali 2018 con la Basilicata che fa da apripista per una stagione degli sconti che non si prevede particolarmente prolifica secondo il Codacons. E mentre nella giornata odierna i consumatori lucani potranno iniziare ad approfittare dei ribassi, il 3 gennaio sarà la volta della Valle d’Aosta mentre venerdì 5 gennaio toccherà a tutte le altre regioni, esclusa la Sicilia che darà il via ai saldi il 6 gennaio.

Il perché del (potenziale) flop

Il Codacons sembra subito smorzare i toni e parla già di flop dei saldi. Il perché è presto spiegato. Solo il 40% degli italiani prevede di fare acquisti, grandi o piccoli che siano, durante la stagione degli sconti, per tutti gli altri i saldi sembrano non avere più l’appeal di un tempo considerando che non di rado i prezzi, almeno all’inizio, non subiscono grosse variazioni rispetto a quelli originali. Il Codacons prevede un budget medio di 168 euro a famiglia per i saldi invernali, in calo rispetto ai ribassi di un anno fa. A quanto pare non è soltanto il mancato interesse verso i potenziali sconti a far diminuire le stime di spesa ma anche la data d’inizio, a ridosso delle feste, e l’effetto Black Friday ossia gli sconti di fine novembre che in un certo senso hanno già spinto gli italiani a fare acquisti pre-natalizi a costi ribassati. Infine, non da meno, a “dare fastidio” sono anche i negozi online che ormai tendono a proporre promozioni durante l’anno spingendo gli acquirenti a fare spese senza aspettare i saldi.

Un successo per Confesercenti

Il fascino degli sconti insomma non ha più l’impatto di un tempo ma non la pensa così Confesercenti che prevede un budget di 150 euro a persona, quindi molto più alto rispetto a quello paventato dal Codacons.

Rispetto agli anni scorsi lo sconto effettivo sarà più alto da subito, senza aspettare la fine di gennaio con sconti del 30-40% già dai primi giorni. Sempre secondo Confesercenti un italiano su due sfrutterà l’occasione per fare almeno un acquisto, altri decideranno se vale la pena acquistare oppure no.

Calendario saldi invernali 2018: data di inizio e fine regione per regione

E se le due posizioni sembrano diametralmente opposte, alcuni consigli valgono per tutti. Oltre a conservare sempre lo scontrino per poter cambiare la merce in caso di problemi, bisogna fare sempre attenzione che lo sconto applicato sia effettivamente su un prodotto di fine stagione e non su fondi di magazzino e controllare che il prezzo iniziale sia effettivamente quello proposto oltre a diffidare degli sconti superiori al 50%.

Leggi anche: Saldi invernali gennaio 2018: ecco i consigli di Codacons per effettuare buoni acquisti

Argomenti: ,