Salah al Real Madrid? 230 milioni non bastano e il Liverpool gli raddoppia lo stipendio

Il Liverpool sta raddoppiando lo stipendio a Mohammed Salah e si dice indisponibile a venderlo al Real Madrid "anche per 200 milioni di sterline". Ma il calciomercato estivo si annuncia caldo.

di Giuseppe Timpone, pubblicato il
Il Liverpool sta raddoppiando lo stipendio a Mohammed Salah e si dice indisponibile a venderlo al Real Madrid

La gara di andata delle semifinali di Champions League tra Liverpool e Roma ha avuto un protagonista indiscusso: l’attaccante egiziano Mohammed Salah, 25 anni, che ha inciso per buona parte del risultato di 5-2, grazie a una doppietta. Il 25-enne, che alle ultime elezioni presidenziali del suo paese ha preso un milione di voti, pur non essendo nemmeno candidato, è stato in rosa nella Roma fino al giugno dello scorso anno, quando maledetti problemi finanziari hanno costretto il club giallorosso a vendere colui che nella città dei Beatles è diventato una vera stella del calcio, anche se nella Città Eterna aveva un po’ deluso. Per non incorrere nelle sanzioni UEFA, marcata stretta per il mancato rispetto del fair play finanziario, la dirigenza romanista ha dovuto vendere Salah al Liverpool per 42 milioni di euro, una cifra importante per la società, pari esattamente al passivo dell’intera stagione passata.

Roma-Liverpool, sfida Champions da 700 milioni

Con i “reds”, l’egiziano ha firmato un contratto di 90.000 sterline a settimana e per 5 anni. Tuttavia, nemmeno l’allenatore Juergen Klopp si sarebbe aspettato forse un’esplosione di goal come i 43 regalati da Salah dal suo arrivo nella città inglese, ponendosi in testa alla classifica europea, davanti ai 42 di Cristiano Ronaldo e ai 41 di Ciro Immobile. Naturale, quindi, che il giocatore abbia chiesto e ottenuto un miglioramento dell’ingaggio. E così, la società si mostra adesso disposta a rinnovargli il contratto, offrendogli 200.000 sterline a settimana, qualcosa come circa 10 milioni all’anno, ovvero a 12 milioni di euro.

Grazie al maxi-ingaggio, Salah entrerà dall’anno prossimo nella top 10 dei calciatori più pagati in Premier League, anche se a lunga distanza rispetto alle 500.000 sterline settimanalmente riscosse da Alexis Sanchez al Manchester United, alle 350.000 di Mesut Ozil all’Arsenal o alle 290.000 di Paul Pogba, sempre al Manchester United. Di questo passo, tuttavia, sarebbe solo questione di tempo la scalata delle classifiche dei goal e degli ingaggi record, anche perché già si parla del “re d’Egitto” quale rivale credibile di Cristiano Ronaldo e Lionel Messi per il Pallone d’Oro.

Salah al Real Madrid per cifra record?

E il calciomercato estivo potrebbe regalare anche quest’anno uno di quei colpacci da occupare le prime pagine delle cronache sportive per settimane. Il Real Madrid ha messo gli occhi sull’attaccante del Liverpool e i dirigenti inglesi hanno subito messo le cose in chiaro: “non lo venderemo agli spagnoli nemmeno per 200 milioni di sterline (230 milioni di euro)”. A tanto si attesterebbe la valutazione di mercato di Salah. Cifre esorbitanti, come i 222 milioni spesi dal Paris-Saint-Germain nel 2017 per strappare Neymar al Barcellona e superare la clausola rescissoria, a cui si sono aggiunti i 36,8 milioni di stipendio netto all’anno per un esborso totale sul mezzo miliardo.

Si capisce perché il direttore sportivo della Roma, lo spagnolo Ramon Rodriguez Verdejo Monchi, si sia sentito di giustificare la cessione del fenomeno africano dopo la partita contro il Liverpool: senza, ha spiegato, non saremmo arrivati in Champions. E, però, adesso il maxi-incasso dello scorso giugno sta presentando il conto, perché proprio Salah ha quasi spento i sogni di finale dei giallorossi, che per fortuna sono tenuti ancora in vita da due reti segnate in trasferta e che si riveleranno preziose alla gara di ritorno casalinga. Sempre che Salah non guasti di nuovo la festa all’Olimpico. I tifosi vogliono cancellare il triste ricordo del 1984.

Dunque, il giovane attaccante resterà al Liverpool? E’ tutta una questione di prezzo, fidatevi. All’inizio del mese, lo spagnolo Diario gol aveva scritto di 182 milioni di euro richiesti dagli inglesi per vendere. Già sarebbe la cifra più alta mai incassati dal club da una singola cessione. A gennaio, lo stesso aveva venduto al Barcellona Philippe Coutinho per 142 milioni. I 200 milioni indicati forse non sarebbero casuali. Anfield non avrebbe intenzione di liberarsi di una stella nascente, ma se l’offerta fosse imperdibile, come potrebbe mai rinunciarvi? In fondo, i soldi nel calcio sono tutto o quasi.

Calcio inglese da record: utili per 1 miliardo di sterline, nonostante i super ingaggi

[email protected]

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Economia nel pallone