Ryanair vittima di scioperi e caro carburante: dal 1 novembre occhio ai prezzi del bagaglio a mano

Utili in calo per Ryanair a causa del caro carburante e degli scioperi, e dal 1 novembre cambiano le regole del bagaglio a mano.

di Chiara Lanari, pubblicato il
Utili in calo per Ryanair a causa del caro carburante e degli scioperi, e dal 1 novembre cambiano le regole del bagaglio a mano.

Non è un bel periodo per Ryanair che a causa degli scioperi e del caro carburante riporta il primo segno negativo semestrale in cinque anni. Per la compagnia low cost, inoltre, incidono le polemiche sul secondo bagaglio a mano a pagamento e il cambiamento delle policy in vigore dal prossimo 1 novembre.

Ryanair, calo degli utili

Ryanair ha chiuso il primo semestre con utili in calo del 7% a 1,20 miliardi di euro mentre le tariffe medie sono calate del 3%. Ad incidere gli scioperi in Europa che a causa del personale mancante ha provocato cancellazioni, anche per quanto riguarda le tariffe più alte e gli indennizzi. A tutto ciò va aggiunto il caro carburante. Lo stesso Michael O’Leary ha confermato che le tariffe sono in media scese del 3% mentre i ricavi ‘ancillari’ sono cresciuti del 27%: “Il nostro traffico, impattato ripetutamente dalla peggior estate di scioperi, è cresciuto del 6%. La compagnia conta di migliorare il controllo dei costi, la copertura del carburante e la gestione della flotta, che offriranno ricavi notevolmente più elevati e costi molto più bassi l’anno prossimo, quando la compagnia aerea si avvia verso il pareggio nel suo secondo anno di attività”. Nei ricavi ancillari sono infatti inclusi gli investimento in Labs mentre nell’agosto scorso ha portato al 75% la sua partecipazione in Laudamotion.

Attenzioni al cambio delle tariffe

Dal 1 novembre, Ryanair cambia le regole del bagaglio a mano. Anche se l’Antitrust ha chiesto spiegazioni per ora le nuove regole di Ryanair per i bagagli non cambiano. I passeggeri che vorranno portare il bagaglio a mano più grande in cabina dovranno pagare l’imbarco prioritario (limitato a 95 clienti per volo) mentre chi non intende acquistare la priorità per portare con sé in cabina il trolley piccolo deve acquistare il bagaglio registrato da 10 kg. L’acquisto durante la prenotazione del volo avrà il costo di 8 euro mentre chi lo farà in seguito, fino a 40 minuti prima della partenza del volo, dovrà sborsare 10 euro. Come si legge nel sito, inoltre, i passeggeri che non lo aggiungeranno alla prenotazione “se acquistato al banco deposito bagagli il costo sarà di 20 euro, altrimenti, se acquistato al gate di imbarco, il costo sarà di 25 euro”. Costi non indifferenti insomma che hanno portato l’autorità vederci chiaro.

Leggi anche: Ryanair e il secondo bagaglio a mano: ultimatum Antitrust sui costi, cosa cambia dal 1 novembre con la nuova policy

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Economia Europa, Economia Italia, Social media e internet