Russia, il rublo torna a rafforzarsi sotto il cambio di 50 con il dollaro

Impennata del rublo, che scende a un cambio di 49,6 contro il dollaro. Alla base del recupero c'è la risalita delle quotazioni del Brent. Ma il rally è giustificato o dobbiamo attenderci un nuovo calo?

di Giuseppe Timpone, pubblicato il
Impennata del rublo, che scende a un cambio di 49,6 contro il dollaro. Alla base del recupero c'è la risalita delle quotazioni del Brent. Ma il rally è giustificato o dobbiamo attenderci un nuovo calo?

Il rublo russo continua a rafforzarsi contro il dollaro e le altre principali valute, scendendo stamane sotto il cambio di 50 con il biglietto verde a 49,65 e guadagnando oltre l’1,5%. Per trovare simili livelli bisogna tornare indietro nel tempo alla fine di novembre, esattamente al vertice dell’OPEC a Vienna, che si tenne il 27 di quel mese, quando i membri dell’Organizzazione si mostrarono indisponibili a un taglio della produzione del petrolio, lasciando cadere le quotazioni fino a oltre il 50% rispetto al picco toccato nel giugno del 2014.

Rally quotazioni petrolio determinante per il recupero del rublo

In effetti, il trend del rublo ha avuto molto a che fare con il mercato del greggio, in questi mesi. La Russia è il primo produttore mondiale con 10,3 milioni di barili al giorno, il livello più alto dal 1986, anno in cui esisteva ancora l’Unione Sovietica. Il petrolio rappresenta per l’economia nazionale i 3 quarti delle esportazioni e quasi il 50% delle entrate fiscali. Ora che il prezzo del Brent è risalito del 40% dai minimi toccati in questi primi mesi dell’anno a oltre 67 dollari al barile, il corso del rublo ne ha risentito positivamente, dopo avere ceduto il 46% nel 2014, anche se non sarebbe questa l’unica ragione del rally.   APPROFONDISCI – La Russia ha un problema: il rublo è troppo forte. Cambio sceso a 52 contro il dollaro   Dopo le tensioni esplose più di un anno fa tra la Russia e l’Occidente sull’occupazione della Crimea e la conseguente crisi ucraina, il clima sembra più disteso tra le parti, per quanto il gelo non si sia sciolto. Il cessate il fuoco richiesto da Germania e Francia, però, sta tenendo da mesi e ciò allenta le preoccupazioni degli investitori, specie in merito alla comminazione di nuove sanzioni finanziarie da parte della UE o al prolungamento di quelle già adottate. Anche nel tentativo di arrestare la corsa del cambio, giudicata eccessiva rispetto ai fondamentali, il governatore Elvira Nabiullina ha tagliato i tassi di 150 punti base alla fine di aprile, abbassandoli al 12,50%. L’inflazione starebbe iniziando a rallentare, dopo avere toccato il picco del 16,9% a marzo. Il rafforzamento del rublo contribuisce a ridurre la pressione sui prezzi, rendendo meno costosi i beni acquistati dall’estero.   APPROFONDISCI – La Russia taglia i tassi oltre le attese grazie al rally del rublo e per frenarne la corsa  

Corso rublo, quale trend

Resta il fatto che 11 mesi fa, un barile di petrolio valeva in Russia sui 3.900 rubli, considerando che il cambio con il dollaro si attestava intorno a 34 e che le quotazioni del petrolio arrivarono fino a 115 dollari al barile. Oggi, ne vale meno di 3.350, il 14% in meno. Alle quotazioni attuali del Brent, il cambio dollaro-rublo dovrebbe attestarsi intorno a 58 per mantenere stabili le entrate. Gli analisti si attendono un possibile indebolimento del rublo nella seconda metà dell’anno, qualora i prezzi energetici si stabilizzassero ai livelli attuali. Da settembre a dicembre, infatti, in Russia è previsto un forte balzo delle scadenze di debito in valuta estera, cosa che comporterà la necessità di acquistare dollari e altre valute. Ma il fenomeno sarebbe temporaneo, mentre è evidente che senza una ulteriore risalita delle quotazioni del greggio intorno ai 75 dollari al barile, un nuovo tonfo del cambio sarebbe probabile.   APPROFONDISCI – Russia: il rublo si rafforza ancora, ecco le ragioni della corsa e il possibile trend futuro

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Altre economie, cambio rublo dollaro, quotazioni petrolio