Roubini avverte: se vince Grillo, sale lo spread e l’euro trema

Nouriel Roubini lancia l'allarme: se in Italia vince Grillo, salirà lo spread e l'euro tremerà.

di , pubblicato il

In un’intervista a Repubblica, torna a parlare l’economista Nouriel Roubini e ancora una volta lo fa con una profezia terrificante sull’Eurozona. Da tempo, l’uomo si occupa di analizzare l’euro e le sue criticità, avendone più volte previsto la fine, salvo successivamente ricredersi. Nel luglio del 2012, ad esempio, profetizzò una “tempesta perfetta”, che in poche settimane avrebbe messo fuori dai giochi la moneta unica. Adesso, Roubini vede fosco, in vista delle elezioni europee e avverte che nel caso in cui in Italia vincesse Beppe Grillo con il suo Movimento 5 Stelle, lo spread continuerà a salire di più di quanto non abbia già fatto, i tassi cresceranno e rischia di saltare l’intera impalcatura dell’euro.   APPROFONDISCI – Roubini pessimista sull’Italia di Renzi, ecco l’ultima terribile profezia   La ragione di tale terremoto starebbe nel fatto che Grillo ha fatto della richiesta di referendum sull’euro e del no al Fiscal Compact due dei suoi punti più qualificanti delle ultime due campagne elettorali. In più, Roubini aggiunge che una vittoria dei grillini metterebbe in serissimo rischio il governo Renzi. Intanto, Piazza Affari ripiega in negativo, dopo un’apertura in rialzo, mostrandosi nervosa, così come il resto delle piazze finanziarie dell’Eurozona. Lo spread BTp-Bund, dopo un avvio a 176 bp, cresce a 183 bp, stabile rispetto ai livelli di chiusura di ieri, con i titoli decennali a rendere intorno al 3,20%. La profezia di Roubini, tuttavia, potrebbe essere più veritiera delle precedenti stavolta, se non altro perché i cosiddetti “euro-scettici” potrebbero vincere non solo in Italia, ma un pò in tutta Europa, dalla Francia alla Gran Bretagna, dalla Grecia all’Austria, passando per l’Olanda. Se la seconda e terza economia dell’Area Euro (Francia e Italia) vedranno vincere domenica partiti dichiaratamente contrari alle politiche di austerità dell’Unione Europea e all’euro – ossia rispettivamente il Fronte Nazionale di Marine Le Pen e l’M5S – davvero, allora, i mercati inizieranno a tremare alla riapertura di lunedì.   APPROFONDISCI – Roubini avverte l’Italia: Renzi è la vostra ultima carta    

Argomenti: