Rivoluzione salari Amazon: 15 dollari all’ora per i dipendenti, la nuova strategia di Bezos

Una mossa anche strategica quella di Jeff Bezos di aumentare il salario dei dipendenti a 15 dollari.

di Chiara Lanari, pubblicato il
Una mossa anche strategica quella di Jeff Bezos di aumentare il salario dei dipendenti a 15 dollari.

Decisione storica per Amazon che ha deciso di aumentare il salario per i dipendenti portandolo a 15 dollari all’ora. La novità riguarda attualmente i dipendenti americani e quelli inglesi. Sicuramente, in vista delle festività, tra Natale e il Black Friday, quando il colosso dell’e-commerce triplica gli affari, questa decisione sembra una ventata di aria fresca.

Cosa cambia per i salari

Dal 1 novembre i dipendenti americani, compresi anche quelli a termine assunti per far fronte alla grossa mole di lavoro del periodo festivo, avranno un salario di 15 dollari all’ora mentre gli inglesi  9,50 sterline l’ora, 10,50 per quelli di Londra. Ora Amazon vorrebbe anche farsi portatrice in Congresso per il salario minimo, che attualmente è di 7,50 dollari l’ora. La rivoluzione dei salari ha fatto felice anche Bernie Sanders, che di recente aveva attaccato Bezos. Secondo Sanders, il ceo di Amazon guadagnerebbe cifre folli mentre i dipendenti riceverebbero stipendi molto miseri in confronto, 28.446 dollari all’anno di media. Il senatore si era fatto portatore di una legge, detta Bezos act, che vorrebbe far pagare alle grandi aziende l’assistenza federale per i loro lavoratori con paghe basse.

Le critiche hanno spinto Bezos a cambiare linea e aumentare così il salario orario per i suoi dipendenti. «Siamo contenti di questi cambiamenti e incoraggiamo i nostri rivali e le altre aziende che impiegano un numero elevato di dipendenti a unirsi a noi» ha detto l’uomo più ricco del mondo, appoggiato anche Sanders che ha rivelato che finalmente Amazon sta facendo la cosa giusta: “Le paghe che venivano date erano così basse che molti dovevano ricorrere ai buoni pasto, all’assistenza sanitaria per i poveri, agli aiuti per la casa ed altri programmi di sostegno federale. Quello che oggi ha fatto Bezos è molto importante non solo per le centinaia di migliaia di dipendenti, ma potrebbe, e credo sarà, essere un colpo che verrà ascoltato in tutto il mondo.”

Una mossa in vista degli affari del Black Friday e Natale

Ovviamente la mossa di Amazon ha a che fare con le prossime festività, un periodo in cui le vendite schizzano alle stelle e le aziende necessitano di nuove assunzioni. Per Amazon giocare in vantaggio rispetto al concorrente Walmart è fondamentale. Anche quest’ultimo aveva annunciato l’aumento a 11 dollari l’ora.

Dal 1 novembre 250mila dipendenti di Amazon, anche lavoratori part time e stagionali, riceveranno un salario di 15 euro l’ora, una decisione sicuramente legata alle difficoltà nella ricerca di personale negli Usa, proprio a causa delle paghe basse, in un paese dove la disoccupazione è ai minimi.

Leggi anche: Amazon, un altro Black Friday nero: aria di tempesta per i turni, mentre a NY apre 4-Star

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Economia Europa, Economia USA