Rivoluzione revisione auto: arrivano le pagelle, ecco cosa cambia dal prossimo 20 maggio

Tra le principali novità della nuova revisione dell'auto figura quella relativa ai contachilometri, ecco tutto quello che bisogna sapere.

di Chiara Lanari, pubblicato il
Tra le principali novità della nuova revisione dell'auto figura quella relativa ai contachilometri, ecco tutto quello che bisogna sapere.

Grandi novità all’orizzonte per la revisione auto, dopo la Direttiva europea che entrerà in vigore qui in Italia a partire dal prossimo 20 maggio. Se prima eravamo abituati a portare la nostra automobile al centro revisione e attendere quei 10-15 minuti necessari per le operazioni di rito, dalla fine di questo mese dovremmo aspettare un po’ di più prima di riavere possesso del nostro veicolo. La Direttiva europea, recepita dal Governo italiano attraverso il decreto ministeriale 214/2017, si prefigge lo scopo di rendere più sicuro il trasporto in macchina attraverso un accertamento più efficiente durante la revisione.

Nuova revisione: arrivano le pagelle

Per molti automobilisti, durante il giorno della revisione auto sembrerà un po’ di tornare a scuola. Infatti, la vettura verrà giudicata dall’addetto alla revisione, il quale dovrà assegnare un giudizio complessivo sulle condizioni del veicolo a motore. L’attestato, oltre a contenere la valutazione del mezzo, presenterà anche il totale dei chilometri percorsi dal veicolo. Più che un attestato, sarà come essere di fronte ad una cartella clinica, che presenterà tutti i valori raggiunti da ciascuna componente dell’auto a seguito dei differenti test svolti durante la revisione. Tutti i dati, poi, saranno trasmessi al Mit, acronimo che sta ad indicare il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti.

Sconti Rc auto dal 10 luglio: ecco per chi saranno e cosa cambiaauto

Le novità della revisione auto

Tra le principali novità della nuova revisione dell’auto a partire dalla terza settimana del corrente mese figura quella relativa ai contachilometri. Il revisore dovrà infatti certificare i chilometri effettivi percorsi dal mezzo, inserendo il dato all’interno della già citata “cartella clinica” del veicolo. In questo modo, gli automobilisti disonesti avranno molta più difficoltà a vendere la propria auto ad un prezzo più alto rispetto a quello reale sfruttando il dato del chilometraggio complessivo del veicolo. Le nuove regole della revisione auto varranno sia in Italia che nel resto d’Europa.

Leggi anche: Rc auto, bonus malus addio: che cosa cambierà per gli automobilisti

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Economia Italia, Inchieste alimentari e scandali economici

I commenti sono chiusi.