Rivoluzione Rc auto: la tariffa unica non conviene a tutti, anzi

Possibili rincari sul fronte RC Auto, le differenze tra le regioni e la convenienza della tariffa unica.

di Chiara Lanari, pubblicato il
Possibili rincari sul fronte RC Auto, le differenze tra le regioni e la convenienza della tariffa unica.

Il governo Movimento 5 Stelle e Lega Nord starebbe studiando l’introduzione della tariffa unica per l’assicurazione auto. Si tratterebbe di una vera e propria rivoluzione nel mondo Rc auto, con il premio assicurativo uguale in ogni regione, provincia e città italiana, al contrario di quanto avviene oggi. Non tutte le regioni beneficerebbero però della novità voluta dall’esecutivo leghista. Infatti c’è il rischio concreto che si arrivi ad aumenti fino al 40 per cento, nei casi peggiori. Ma quali sono le regioni in cui la tariffa unica porterebbe significativi rincari?

Tariffa unica Rc auto, le regioni più penalizzate

Il Codacons (Coordinamento delle associazioni per la difesa dell’ambiente e dei diritti degli utenti e dei consumatori) denuncia possibili rincari fino al 40 per cento sul fronte Rc auto qualora arrivi la tariffa unica su base nazionale, con la quale ogni automobilista – da Nord a Sud – si ritroverà a pagare lo stesso premio assicurativo. Secondo quanto afferma il Codacons, le insidie maggiori sono per le regioni del Sud Italia come Molise e Basilicata, dove oggi assicurare l’auto costa nettamente meno rispetto ad altre regioni italiane. Insieme a Molise e Basilicata, i rincari andrebbero poi a colpire le regioni più piccole, quelle dove storicamente la Rc auto costa di meno. Tra queste figura anche la Valle d’Aosta.

La differenza in base alle regioni

Il prezzo medio della Rc auto in Italia è pari a 411 euro. Come detto però, ci sono delle differenze sostanziali di regione in regione. Ad esempio, la Valle d’Aosta è il territorio meno caro in tutta Italia. Se si raffronta il costo dell’assicurazione auto tra la Valle d’Aosta e la Campania, si scopre che la differenza è pari a 237 euro, una differenza che in termini percentuali è espressa nell’80 per cento. La città italiana in assoluto dove la Rc auto costa meno è Oristano (Sardegna) con 294 euro, mentre Napoli quella più cara, dove il prezzo annuale dell’assicurazione arriva a costare fino a 622 euro.

Leggi anche: Stangata Rc auto: rischio rincari assicurazioni al Nord e tariffe meno care al Sud, le provincie colpite

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Economia Italia