Rivoluzione Ikea: nuovo modello di business low cost con i mobili in ‘abbonamento’

Ikea punta ad un nuovo modello di business con il noleggio dei mobili.

di , pubblicato il
ikea mobili usati

La rivoluzione Ikea è arrivata. Il colosso svedese dei mobili ha tutta l’intenzione di cambiare il suo modello di business e lo fa partendo dal noleggio dei mobili. Già di recente, Ikea aveva deciso di puntare ai negozi in centro, più piccoli e ad hoc rispetto ai grandi store delle periferie, per adattarsi ai cambiamenti della società in cui le persone preferiscono passeggiare in città durante il fine settimana piuttosto che spostarsi in auto nelle aree periferiche, dove spesso sono collocati i grandi store del colosso dell’arredamento.

Nuovo modello di business

Ikea aveva deciso di puntare alle vendite online e dunque di adattarsi al cambiamento relativo agli e-commerce riducendo anche il personale negli uffici, 7.500 nelle posizioni amministrative, ma 11.500 nuove posizioni nei piccoli negozi e il potenziamento del canale digitale, il tutto a fronte di 39 miliardi di ricavi nei 30 paesi del mondo in cui è presente. A raccontare quale sarà il nuovo modello di business di Ikea è Torbjorn Loof, l’amministratore delegato di Inter Ikea, il quale ha spiegato al Financial Times le novità e i progetti del colosso. “Lavoreremo con i nostri partner in modo da facilitare il noleggio. Una volta terminato il periodo di noleggio, i mobili vengono restituiti e se ne possono affittare degli altri. Invece di buttarli via noi li rimettiamo a nuovo e potremmo venderli, allungando così il ciclo di vita dei prodotti”. Si tratta di un’idea che dovrebbe anche contribuire alla riduzione dell’impatto climatico e che fa parte dell’economia circolare con dei precisi obiettivi entro il 2030. 

Si pensa agli abbonamenti

Nelle intenzioni di Ikea c’è anche quella di arrivare ad un modello ad “abbonamenti” iniziando dai mobili per l’ufficio o le cucine.

In sostanza sarà più facile cambiare mobili senza dover spendere ogni volta un patrimonio.

Il nuovo sistema del leasing ha tutta l’intenzione di fidelizzare i clienti affezionati al colosso svedese, visto sicuramente come ottimale dal punto di vista dei prezzi e del design un pò meno per la durata. Da qui l’idea del noleggio, a cui si affianca il progetto della vendita dei pezzi di ricambio. Il cliente, in questo modo, può acquistare i pezzi dei mobili mancanti che lo store non vende più. La nuova idea di Ikea sul noleggio dei mobili dovrebbe partire come sperimentazione in Svizzera e poi arrivare anche negli altri paesi nel prossimo futuro.  

Leggi anche: La rivoluzione dei centri commerciali nel futuro: negozi più piccoli e “automatici” sulla scia di Amazon e Ikea

Argomenti: ,