Ristoranti e attività chiuse per il Coronavirus: buoni sconto e iniziative anti-crisi

Arrivano delle piattaforme solidali per aiutare tutte quelle attività chiuse a causa del covid 19.

di , pubblicato il
Arrivano delle piattaforme solidali per aiutare tutte quelle attività chiuse a causa del covid 19.

La crisi peggiore causata dal coronavirus la stanno vivendo i ristoranti, chi opera nel turismo e cultura. Se per i ristoranti si stanno già facendo strada delle iniziative come i risto bond, che permettono di prenotare oggi con lo sconto una cena da consumare a fine emergenza, anche per gli altri comparti non mancano le idee solidali per promuovere la ripresa.

ACT4ITALY per supportare il turismo

Per supportare il settore turistico, ad esempio, è nato il progetto progetto ACT4ITALY che consiste in buoni scontati per usufruire di servizi una volta che sarà finita l’emergenza. Alcuni volontari hanno lanciato una piattaforma in cui le aziende del settore possono proporre i loro servizi, i clienti possono acquistarli senza commissioni sotto forma di buono e poi usarli entro 12 mesi. Tra questi ci sono visite guidate, vacanze, film al cinema etc. Il procedimento per aderire è semplice, basta registrasi alla piattaforma, le aziende potranno proporre i servizi tramite i “Buono ACT” mentre il cliente dovrà solo scegliere quale acquistare.

Promettoditornare.it per le attività commerciali

Un’altra iniziativa, invece, ha lo scopo di aiutare le attività commerciali in difficoltà. Si chiama Promettoditornare.it ed è nato dall’idea di Domenico Genovese, Head of Digital in PHD Media e Raffaele Negro, che opera in Iubenda. In questo caso il funzionamento non è troppo dissimile dalle altre iniziative. I proprietari di attività commerciali, che siano ristoranti o negozi, possono iscriversi alla piattaforma compilando il modulo e una volta verificata l’identità l’attività sarà inserita nel database e resa visibile in una mappa. A quel punto gli utenti potranno acquistare un buono da usare alla riapertura. Per ora già 400 attività hanno aderito ma sicuramente i numeri cresceranno nei prossimi giorni grazie al buon riscontro social.

Posto del cuore

Per aiutare i ristoranti chiusi invece, c’è l’iniziativa “Posto del cuore”, creata da Maria Beatrice Casarosa e Adriano Aquilani. Anche in questo caso si tratta di una piattaforma gratuita che permette ai clienti di sostenere il ristorante preferito, dove magari andavano a mangiare spesso in compagnia. I clienti possono acquistare dei voucher da utilizzare al momento della riapertura. Anche in questo caso i clienti potranno usufruire di sconti da parte del ristoratore come nel caso dei famosi dining bond e aiutare il “Posto del cuore” a superare la crisi.

Leggi anche: Apocalisse ristoranti: arrivano i dining bond per uscire dalla crisi coronavirus

Coronavirus e Ristobond: paghi oggi e mangi a fine emergenza, con lo sconto

[email protected]

Argomenti: ,