Rincari prezzi benzina e diesel: ancora aumenti, governo studia taglio delle accise per 300 milioni

Il Governo sta studiando un taglio delle accise sui carburanti per 250-300 milioni, intanto i prezzi di benzina e diesel sono aumentati ancora.

di Chiara Lanari, pubblicato il
Il Governo sta studiando un taglio delle accise sui carburanti per 250-300 milioni, intanto i prezzi di benzina e diesel sono aumentati ancora.

Si torna a parlare di prezzi dei carburanti in salita. I rincari per benzina e diesel rimangono un tema molto dibattuto, alla luce della recente proposta di tagliare le accise, che spingono i costi in alto, o almeno contribuiscono alla salita dei prezzi. A tal proposito, il Governo sta pensando proprio ad un taglio delle accise sui carburanti per 250-300 milioni. Si tratta di una misura del pacchetto fiscale della Lega possibili grazie all’extragettito dell’Iva sulla benzina.

Fino a 300 milioni di taglio per le accise

Si parla di un taglio di 3 centesimi sulla benzina o di 1 centesimo sul gasolio, cifre massime comprese nella riduzione di 300 milioni che non permetterebbe ulteriori tagli. Si fa dunque riferimento ai maggiori incassi Iva per cui la misura non potrebbe facilmente diventare strutturale considerando che il gettito Iva aumentato nell’ultimo periodo è legato all’aumento dei costi industriali, a loro volta assoggettati all’andamento delle quotazioni petrolifere.

Ti potrebbe interessare anche l’articolo: Prezzi benzina e diesel: ritorno dalle ferie con rincari, ecco dove costano di più

Quanto costano benzina e diesel ad oggi

Intanto, dopo 20 giorni di calma, il carburante torna a costare di più. Si parla di 1 centesimo aggiuntivo di Q8 a causa dell’aumento delle quotazioni dei prodotti petroliferi in Mediterraneo. Basandosi sui dati di Quotidiano Energia comunicati dall’Osservaprezzi carburanti del Mise ieri sera, il costo della benzina al Self è pari a 1,644 euro/litro con una media che va da 1,642 a 1,660 euro, per il no logo 1,624. Per il diesel al self il costo medio attuale è di 1,519 euro/litro con differenze in base alle compagnie da 1,517 a 1,533 euro al litro e 1,504 al litro per il no logo. Per il servito i costi sono maggiori: benzina a 1,769 (da 1,744 a 1,844 euro/litro per le varie compagnie e 1,667 no logo) mentre il diesel è a 1,649 euro/litro (prezzi che variano da 1,636 a 1,725 euro/litro e per il no-logo a 1,547).

Leggi anche: Taglio accise benzina: sprint Lega, possibili risparmi fino a 20 centesimi al litro

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Petrolio, Politica, Politica italiana