Rincari conti correnti, bonifici e assegni: gli aumenti per famiglie, coppie e single

L'analisi di SosTariffe.it sui rincari del costo di gestione del conto negli ultimi mesi.

di , pubblicato il
L'analisi di SosTariffe.it sui rincari del costo di gestione del conto negli ultimi mesi.

Rincarano i conti correnti, anche quelli online. Secondo l’analisi di SosTariffe.it è emerso che negli ultimi mesi sono lievitati i costi di gestione dei conti, in particolare costa di più quello annuale di una banca online, +38,3%. Le banche online, in ogni caso, restano più convenienti rispetto ad un conto classico, tutto poi cambia a seconda del soggetto ossia si sono presi come riferimento famiglie, coppie e single.

 

I costi delle banche online sono aumentati ma rimangono più convenienti

L’osservatorio in oggetto, ha analizzato i costi dei conti dove è emerso che un conto online costa mediamente 45 euro contro 100 euro di un conto classico. I rincari, però, sembrano aver colpito maggiormente i conti online. I maggiori rincari riguardano conti attivi in banche online che hanno poche filiali sul territorio con una spesa passata da 32,75 euro annui di settembre a 45,26 euro di oggi. L’analisi di Sostariffe ha considerato vari tipi di consumatore, famiglie, coppie e single. A subire i maggiori rincari sono state le famiglie che necessiterebbero di 55,44 euro per gestire il conto. Anche per le coppie ci sono stati rincari del +40,91%, in maniera minore i single.

Quali prodotti hanno colpito i rincari?

A costare di più è il costo del singolo assegno, da 0,03 a 0,09 euro, il canone annuo della carta di debito,  da 2 a 4,22 euro e il bonifico online, da  0,11 euro di commissione a 0,22. Rincari anche per i versamenti contanti e assegni e i prelievi ATM da altre banche.

I rincari delle banche tradizionali

I rincari risultano anche per le banche tradizionali che hanno parecchie filiali ma sicuramente in maniera minore rispetto alle precedenti. Tra le voci rincarate ci sono le operazioni telematiche, quindi operazioni di internet banking, che peserebbero soprattutto per le coppie, dai 98,27 euro di settembre ai 106,28 euro di gennaio. Le famiglie, invece, hanno visto aumenti da 113,02 euro di settembre ai 122, 14 euro di gennaio mentre i single sono quelli che hanno notato meno rincari.

Parlando di operazioni in filiale, invece, i rincari sono risultati meno pesanti ma anche stavolta i più colpiti sono coloro che vivono in coppia.

Dall’analisi emerge, infine, che si spende meno per bonifici disposti allo sportello e per prelevare contante in filiale. Nonostante il peso dei costi analizzato in questi ultimi mesi, comunque, rimane il fatto che le banche online sono comunque più convenienti, almeno per quanto riguarda quelle considerate dall’analisi.

Ti potrebbe interessare anche: Conti correnti sempre più cari: perché costano sempre di più e come cambiano le banche

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: ,