Riapertura musei, cosa dice il nuovo Dpcm allo studio del governo

Quando potrebbero riaprire i musei? Le ipotesi.

di , pubblicato il
Riapertura musei, cosa dice il nuovo Dpcm allo studio del Governo

La riapertura dei musei sarebbe più vicina di quanto ci si potesse aspettare. Infatti, secondo le indiscrezioni circolate nelle ultime ore, nel testo del Dpcm allo studio del governo sembra venga menzionata la data del 16 gennaio. Il giorno indicato nella bozza del decreto sarebbe però riferito esclusivamente alle Regioni in zona gialla, ed eventualmente in quelle che si troverebbero nell’ancora non confermata zona bianca. A tal proposito, i rumor indicano che la richiesta sarebbe stata avanzata da Dario Franceschini, ministro dei Beni Culturali.

Nessuna decisione è stata ancora presa

Al momento, l’uso del condizionale è d’obbligo in quanto nessuna decisione è stata ancora presa in via ufficiale. Nella giornata di domani il ministro della Salute Speranza riferirà in Parlamento, mentre per la data del 15 gennaio (questo venerdì, ndr) è attesa la firma da parte del Presidente del Consiglio dei Ministri sull’ennesimo Dpcm. Le misure contenute nel nuovo decreto dovrebbero essere valide anche per il mese di febbraio, sebbene anche su questo punto non c’è ancora certezza.

Le stesse fonti vicine a Palazzo Chigi informano che si starebbe discutendo anche sulla riapertura di cinema e teatri, in aggiunta ai siti archeologici e alle gallerie d’arte. Discorso diverso, invece, per quanto riguarda le palestre e le piscine, con il prolungamento allo stop che appare ogni giorno sempre più probabile.

Dove e come potrebbero riaprire i musei

Come accennato qui sopra, la riapertura dei musei sarebbe limitata alle Regioni in zona gialla e bianca (con quest’ultima che potrebbe essere introdotta dal nuovo decreto nei territori dove l’Rt è inferiore a 0,5, ndr). Va da sé che qualora i centri di cultura dovessero riaprire, lo farebbero seguendo i rigidi protocolli sanitari previsti dal Comitato tecnico scientifico, per cui verrebbero confermati: gli ingressi contingentati, l’utilizzo delle mascherine reso obbligatorio, il distanziamento interpersonale di almeno un metro fra soggetti non conviventi, la misurazione della temperatura corporea attraverso il termoscanner all’ingresso del museo, e infine la prenotazione online dei biglietti.

Vedi anche: Le Regioni che rischiano la zona rossa dal 17 gennaio

[email protected]

Argomenti: ,