Renzi: sempre in Tv e mai in Consiglio, la denuncia dell’opposizione

Il sindaco di Firenze Matteo Renzi frequenta troppo le tv e troppo poco il Consiglio. E’ quanto afferma, Tommaso Grassi, consigliere dell’opposizione.

di , pubblicato il
Il sindaco di Firenze Matteo Renzi frequenta troppo le tv e troppo poco il Consiglio. E’ quanto afferma, Tommaso Grassi, consigliere dell’opposizione.

Il consigliere al Comune di Firenze Tommaso Grassi sta diffondendo in queste ore alcuni dati circa la presenza nel Consiglio e nelle altre sedi istituzionali fiorentine del sindaco Matteo Renzi. I numeri parlano chiaro: Renzi preferisce le tv a Palazzo de’ Dugento. Nel 2012 ha frequentato solo 8 sedute consiliari su 45. Sempre nello stesso anno, è stato presente solo 7 volte su 17 alle riunioni della giunta comunale. Numeri, questi, che lanciano l’esponente Pd al primo posto tra i sindaci più assenteisti d’Italia.  

I numeri, tra tv e gettoni di presenza

Il confronto tra Renzi e gli altri sindaci lascia poco adito ai fraintendimenti. Per capirci, Gianni Alemanno, ex sindaco di Roma di recente bocciato dai suoi concittadini, già in questi sei mesi del 2013 aveva collezionato 7 gettoni in consiglio. A viaggiare a medie altissime, però, sono – almeno per quanto riguarda il 2012 – il milanese Giuliano Pisapia (66 su 86); il torinese Piero Fassino (47 su 56) e il napoletano Luigi De Magistris (49 su 51).  

Le critiche a Renzi

La diffusione dei dati di Tommaso Grassi è stata accompagnata da feroci critiche sull’operato de primo cittadino di Firenze. Ornella de Zordo, pure lei consigliere, ha puntato il dito contro quello che a suo dire è uno dei fallimenti più gravi di Renzi: la mancata costruzione delle linee tranviarie 2 e 3. L’Unione Europea aveva posto delle scadenze per accedere ai fondi e queste non sono state rispettate. Secondo l’opposizione, inoltre, il finanziamento è andato perso anche a causa di alcune incertezze circa il progetto. Il sindaco non ha rilasciato dichiarazioni ufficiali in merito. Ad ogni modo, alcuni suoi collaboratori stanno cercando di fare quadrato attorno a lui. Il governatore Enrico Rossi ha minimizzato le critiche e si è dichiarato ottimista per quanto riguarda un ripensamento dell’Unione Europea e si è unito a coloro che imputano le difficoltà nell’approvazione del progetto alle difficoltà economiche che le imprese toscane e in particolar modo fiorentine stanno vivendo.

Nella pagine Facebook di Renzi nel frattempo si legge: “Messaggio per i fiorentini. Domani faremo lultima giunta programmatica della legislatura: metteremo giù l’elenco delle priorità per chiudere cinque anni di lavoro bello e intenso. In nottata faremo un giro anche a controllare i tanti cantieri stradali su cui lavoriamo di notte per non intralciare il traffico come da impegno pre-elettorale”. Basterà questo a spazzare via le critiche?  

Argomenti: