Renzi a Piazza Pulita sfida Grillo, il portavoce M5S contrattacca su Twitter

Il sindaco di Firenze attacca i metodi del M5S e invoca la sua trasparenza: Grillo risponde sul web. Presto un faccia a faccia?

di , pubblicato il
Il sindaco di Firenze attacca i metodi del M5S e invoca la sua trasparenza: Grillo risponde sul web. Presto un faccia a faccia?

Ieri sera Matteo Renzi, ospite di Corrado Formigli a Piazza Pulita, ha innescato un confronto a distanza con Beppe Grillo, potenziale suo avversario diretto alle future elezioni politiche. Il dibattito in studio incentrato sui risultati delle elezioni comunali ha portato il sindaco di Firenze a commentare la vittoria del Pd, ma ancor prima dell’astensionismo, e il presunto flop del Movimento 5 Stelle. Il discorso di Matteo Renzi è presto diventato un attacco a Beppe Grillo e ai metodi del Movimento: “Tu non combatti la brutta politica con l’antipolitica, combatti la brutta politica mettendo dei politici seri. Non combatti con il voto di protesta, dicendo semplicemente ‘noi non facciamo niente’. I cittadini che ti hanno votato volevano che facessi qualcosa. Non volevano che tu stessi a stare sull’albero a cantare“. E ancora sulla trasparenza: “Se si immagina di poter affermare che la trasparenza è soltanto mettere la telecamera in testa a uno, e registrare e mettere online il confronto tra due persone, non si arriva da nessuna parte. La trasparenza è rendere pubblici tutti i patrimoni. Nel mio comune i cittadini con gli open data sanno quanto guadagno, quanto ho sul conto corrente bancario“. Alle domande insistenti del presentatore risponde dichiarando 4.300 euro netti al mese e di versare qualcosa al partito locale.

Botta e risposta a suon di tweet e di querele

La risposta di Beppe Grillo non si fa attendere e viene affidata ovviamente alla rete. twitter di Grillo contro RenziDa Twitter il portavoce del M5S cinguetta: prima ricorda al primo cittadino fiorentino che il suo 740 è pubblico poi, in merito alla vicenda Costa Rica, ricorda di aver querelato l’Espresso e l’autore del pezzo. Dopo i post di Grillo Renzi ha lanciato il guanto di sfida per un confronto faccia a faccia:Io propongo a Beppe Grillo: ma se su queste cose ha voglia di confrontarsi siccome non è stato bravo ad ascoltare ciò che ho detto (anche rispetto al Costarica) venga a fare un dibattito pubblico, io sono pronto a sfidarlo. Caro Beppe, se hai voglia di confrontarti… così ci racconti perché otto milioni di voti di italiani che ti hanno affidato la speranza di cambiare l’Italia oggi sono desolati” Nel frattempo si inserisce nel dibattito anche Vittorio Malagutti, autore del pezzo sull’Espresso, che precisa di non aver ricevuto alcuna querela e di attendere con ansia.

Argomenti: