Regioni rosse e arancioni, cosa cambia dal 27 novembre: divieti per negozi e ristoranti

La data del 27 novembre è cruciale per capire come si muoveranno le Regioni e prevedere le prime misure a dicembre.

di , pubblicato il
Chi riapre dopo il 3 dicembre? Ipotesi negozi, centri commerciali, ristoranti e bar

Che cosa cambierà dal 27 novembre per tutte le regioni italiane? Si avvicina il nuovo Dpcm per Natale e le prime ipotesi sull’apertura dei negozi, ma anche il cambio colore delle regioni.

Prime ipotesi per il nuovo Dpcm

La data da tenere d’occhio è il 27 novembre, quando le Regioni potranno iniziare a cambiare fascia di colore, a partire da Lombardia e Piemonte, che potrebbero passare da rosse ad arancioni mentre altre regioni come Umbria, Puglia e Basilicata rischiano il passaggio a zona rossa. La settimana dopo, quindi dal 30 novembre, toccherà alle altre regioni fare la resa dei conti. Intanto il Governo sta studiando nuove misure che prevedono l’apertura dei negozi dalle 9 alle 22 ma con il divieto di spostamento tra zone rosse e arancioni. I centri commerciali potrebbero riaprire durante il weekend.

A quanto pare, anche se per ora sono solo ipotesi, le palestre resteranno chiuse mentre il Governo pensa a riaprire i ristoranti la sera tranne che nelle zone rosse. Ovviamente, tutto ciò sarà possibile solo se la curva epidemiologica scenderà. Al momento, i segnali sono incoraggianti, ecco perchè dal 3 dicembre si pensa a togliere ogni deroga ma di valutare la chiusura delle province più esposte per frenare la trasmissione del virus.

Il rilancio dei consumi

Tutto ciò è legato anche alle festività natalizie e il rilancio dei consumi in uno dei periodi dell’anno più proficui in tal senso. A tal proposito, la sottosegretaria alla Salute, Sandra Zampa, ha detto: «È evidente che senza un buon risultato consolidato non cambierà nulla. Ma se la tendenza di questi giorni sarà confermata si può pensare all’orario lungo dei negozi fino alle 22, utile sia ai commercianti sia ai cittadini che avrebbero maggiori possibilità di uscire senza rischio di creare assembramenti»

Tra gli obiettivi, c’è anche l’apertura serale di bar, ristoranti, pasticcerie e pub ma con alcune regole severe da seguire come il massimo di 4 posti a tavola e l’obbligo della mascherina.

Si pensa anche al coprifuoco spostato di 1 o 2 ore mentre non sembrano esserci cambiamenti per quanto riguarda gli spostamenti tra regioni rosse e arancioni che continueranno ad essere vietate.

Vedi anche: Nuovo Dpcm a dicembre, regole per Natale: niente baci, veglioni e abbracci

[email protected]

Argomenti: ,