Regioni in zona rossa: quali regioni rischiano il passaggio?

Regioni da zona Arancione a Rossa, anche l'Abruzzo verso il passaggio.

di , pubblicato il
Regioni Rosse, Gialle e Arancioni: chi potrebbe cambiare fascia il 27 novembre

Ormai quasi tutte le Regioni Italiane sono diventate zona arancione o rossa, tranne che Lazio, Veneto, Sardegna, Molise e Provincia di Trento che continuano a rimanere gialle. 

Abruzzo verso zona rossa

Lo scorso weekend, Toscana e Campania sono diventate regioni rosse mentre Marche, Emilia Romagna e Friuli Venezia Giulia sono passate da gialle ad arancioni. Restano rosse per ora, anche Lombardia, Piemonte, Calabria, Valle D’Aosta e Provincia di Bolzano mentre da martedì 17 novembre l’Abruzzo potrebbe passare da regione arancione a rossa. La decisione è giunta dopo una riunione del Comitato tecnico scientifico mentre il governatore Marco Marsilio firmerà il provvedimento durante la giornata di oggi.

Ad anticipare la notizia è stato il vicepresidente della giunta Emanuele Imprudente che ha scritto: “A volte si deve fare anche ciò che non si vuole fare, perché è giusto ed opportuno. Nessuno può sfuggire alle responsabilità, questi non sono momenti per fare giochi politici e propagandistici ma sono momenti in cui prendere posizione e anticipare scelte. L’Abruzzo deve essere zona rossa con chiusura scuole“.

Le regole per le zone rosse

Con il passaggio alla zona rossa chiuderanno tutte le scuole di ordine e grado e anche i negozi. Sarà vietato spostarsi dal proprio Comune e Regione e uscire da casa tranne che per motivi di lavoro, salute, studio o necessità. Per ogni spostamento da casa, anche all’interno del proprio Comune, sarà necessario compilare l’autocertificazione, quindi anche per andare a lavoro, al supermercato o per motivi di salute. Bar e ristoranti restano chiusi ma sarà consentito l’asporto fino alle ore 22 mentre l’attività motoria resta consentita solo nei pressi della propria abitazione e nel rispetto delle distanze di sicurezza.

 

Per ora, soltanto l’Abruzzo sta per diventare rossa mentre le altre regioni che si trovano nella zona arancione ossia Sicilia, Puglia, Basilicata, Umbria, Liguria, Marche, Emilia Romagna e Friuli Venezia Giulia restano in questa fascia.

Vedi anche: Coronavirus Natale: scenari futuri, dagli spostamenti all’apertura dei negozi e il coprifuoco

[email protected]

Argomenti: ,