Regioni che rischiano la zona arancione dopo l’Epifania

Zona gialla rafforzata e zona bianca da metà gennaio, intanto alcune Regioni rischiano già il passaggio.

di , pubblicato il
Regioni che rischiano la zona arancione dopo l'Epifania

Una nuova stretta è allo studio del Governo. Si pensa ad una zona gialla rafforzata valida fino al 15 gennaio o addirittura per tutto il mese di gennaio o a weekend arancioni a livello nazionale. La decisione finale arriverà solo nelle prossime ore ma intanto alcune Regioni rischiano di finire subito in zona arancione

Novità per il meccanismo delle Regioni

Tra le novità anche la correzione di alcuni meccanismi che porta le Regioni in zona arancione o rossa intervenendo su due criteri: l’incidenza di positivi ogni 100mila abitanti e l’indice RT. In sostanza, la zona rossa o arancione scatterebbe con soglie più basse dell’RT quando l’incidenza dei casi è superiore di un totale. Dunque, la zona arancione potrebbe scattare con 1 e non più 1,25 e la zona rossa con 1,25 e non più 1,5. 

Regioni a rischio zona arancione dopo il 7 gennaio

Se si farà riferimento a questi dati, a finire subito in zona arancione potrebbero essere Calabria, Liguria e Veneto con rischio di passaggio alla zona rossa, mentre a rischio più basso, quindi ancora in bilico, si trovano Lombardia, Puglia e Basilicata, seguite da Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia e Marche che potrebbero rischiare nei monitoraggi successivi. Secondo il presidente dell’Istituto superiore di Sanità, Silvio Brusaferro: “una vera valutazione solida dell’andamento durante queste festività la potremo avere solo a metà gennaio”.

Nel frattempo rimane alta l’ipotesi di una zona gialla rafforzata fino alla fine di gennaio con una zona arancione o rossa durante i fine settimana, quindi divieto di spostamento dal proprio Comune e bar e ristoranti chiusi. Tra le ipotesi anche quella della zona bianca a partire da metà mese, un modo per far ripartire le attività come palestre, cinema e teatri in quelle regioni con RT molto basso. Questo anche per contenere i contagi e dare la possibilità alla campagna vaccinale di prendere forza, visti i rallentamenti degli ultimi giorni.

 

Vedi anche: Nuova ordinanza con limiti e divieti dopo l’Epifania: dal 15 gennaio ipotesi zona bianca

[email protected]

Argomenti: ,