Regioni che cambiano colore dal 12 aprile: tre sperano nella zona arancione

Le Regioni che dovrebbero cambiare colore dalla prossima settimana, in base all'ultimo report ISS.

di , pubblicato il
Regole riaperture

Venerdì 9 aprile arriverà il report dell’ISS con le regioni che cambiano colore da lunedì 12 aprile o dal martedì 13. I dati settimanali sono molto importanti perché confermeranno o meno le regioni che rischiano la zona rossa a partire dalla prossima settimana. Ricordiamo, che fino al 30 aprile, in base al nuovo Dpcm, tutta l’Italia sarà in zona rossa o arancione e solo dopo il 20 di aprile si valuteranno eventuali riaperture.

Regioni che cambiano colore dalla prossima settimana, tre sperano

Gli ultimi dati dalla cabina di regia, che arriveranno domani, anticipano una nuova mappatura dell’Italia. Il ministro della Salute, Roberto Speranza, potrebbe infatti emanare una nuova ordinanza per alcune regioni che passeranno in zona arancione. Ovviamente nulla è ancora certo e solo domani ci saranno le conferme necessarie.
Attualmente in zona rossa si trovano la Valle D’Aosta, Lombardia, Piemonte, Friuli Venezia Giulia, Emilia Romagna, Toscana, Calabria, Calabria e Puglia. In zona arancione, invece, ci sono Veneto, Liguria, Marche, Trentino Alto Adige, Umbria, Lazio, Abruzzo, Molise, Basilicata, Sicilia e Sardegna.

Sempre presenti anche le aree rosse e arancioni in base al numero di contagi locali e i focolai. Ad esempio, a Palermo fino al 14 aprile è stata istituita una zona rossa per effetto di un’ordinanza del Governatore Musumeci.
Tornando alle regioni che cambiano colore dal 12 o 13 aprile, una forte speranza di poter passare in zona arancione è della Lombardia. L’incidenza dei casi, ma anche l’Rt, stanno scendendo e quindi quasi sicuramente regione cambierà colore dalla prossima settimana. A commentare i risultati della Lombardia è stato il virologo Pregliasco: «I dati parlano dell’Rt a 0,98, le prospettive sono positive. Sono ottimista che si possa tornare in arancione dalla prossima settimana».


A sperare concretamente nel passaggio in zona arancione è l’Emilia Romagna, che con un indice RT di 0,83 ha ottime possibilità di tornare nella zona meno rischiosa. La terza regione che spera nel cambio colore è il Friuli Venezia Giulia, che dovrebbe seguire le altre due in fascia arancione grazie ad un calo dei contagi sotto la soglia critica di 250.

Colore Regioni, in bilico Toscana, Piemonte e Puglia

Tra le regioni che cambiano colore, la Toscana, invece, rischia ancora di rimanere in zona rossa anche se la situazione appare in bilico. Trend in flessione anche per Piemonte e Puglia, ma essendo i numeri ancora a 260 e 268 è possibile che entrambe rimarranno in zona rossa. Diversa la situazione della Campania che resterà in rosso fino al aprile a causa dell’Rt sopra 1,25.
Per tutte le altre regioni non ci saranno cambiamenti. Tutte quelle che si trovano in zona arancione rimarranno tali anche per la prossima settimana e nessuna sembra rischiare di tornare in zona rossa. Da segnalare però, la zona rossa nelle province di Savona e Imperia, in Liguria, e Palermo.

Rispetto alla zona rossa, le regioni che si trovano in quella arancio devono seguire regole meno rigide, come uscire nel proprio Comune senza autocertificazione, negozi e parrucchieri aperti e scuole aperte fino alla terza media.

Vedi anche: Colori Regioni dopo Pasqua e nuova mappa Ecdc sulle zone ad alto rischio covid

[email protected]

Argomenti: ,