Regioni che cambiano colore dal 15 marzo: quasi tutta Italia a rischio zona rossa o arancione

Le Regioni che rischiano la zona arancione e rossa dal 15 marzo.

di , pubblicato il
Spostamenti tra regioni

Oggi è in arrivo il nuovo report dell’ISS con il monitoraggio settimanale che dovrebbe indicare quali sono le Regioni che rischiano la zona rossa e arancione dal 15 marzo. La lista si appresta ad essere molto lunga, infatti la maggior parte delle regioni vedranno il passaggio a causa della curva in risalita.

Chi rischia la zona rossa

Tra didattica a distanza e chiusura di bar e ristoranti, dalla prossima settimana l’Italia sarà praticamente blindata, una chiusura che si porterà avanti fino a Pasqua. A dirlo anche Giovanni Rezza, direttore della Prevenzione del ministero della Salute: “Bisogna adottare misure restrittive per arginare la diffusione delle varianti e fare un invito ai cittadini a mantenere comportamenti estremamente prudenti”.
A rischiare di passare alla zona rossa da lunedì 15 marzo sono la Lombardia, il Piemonte, il Veneto, le Marche, il Trentino Alto Adige, l’Emilia Romagna e il Friuli Venezia Giulia. A rischio anche il Lazio, che si trova in zona gialla ma potrebbe vedere direttamente il passaggio alla zona rischiosa. Sul filo del rasoio anche la Calabria, che ancora non è certa di andare in zona rossa ma i dati sono preoccupanti. Dovrebbero poi restare in zona rossa anche la Campania, il Molise e la Basilicata, che già si trovano nella fascia a rischio dalla scorsa settimana.

Chi rischia la zona arancione

Per quanto riguarda la zona arancione sicuramente a tornarci è la Liguria, così come la Puglia. A restare in questa zona anche Toscana, Umbria e Abruzzo. In pratica a restare in zona gialla sono solo Sicilia e Valle D’Aosta, mentre la Sardegna che si trova in zona bianca rischia di tornare in giallo.


Delicata la situazione in Lombardia, dove sono stati segnalati 312 casi su 100mila abitanti e quindi la zona rossa è praticamente certa. Stessa sorte delle Marche, dove quasi tutte le province sono in zona rossa e si attende la conferma su base regionale. In Campania, invece, è entrata in vigore l’ordinanza di De Luca, che impone nuove restrizioni come lo stop alla sosta in parchi, piazze, lungomare e luoghi pubblici. In Sicilia, invece, da oggi dovrebbero scattare nuove zone rosse locali ma la regione, come anticipato, dovrebbe rimanere in zona gialla.
A tutto ciò vanno aggiunte le strette locali, in aumento in tutta Italia.

Vedi anche: Nuova stretta anti Covid dal 15 marzo: zona gialla rafforzata e coprifuoco anticipato

[email protected]

Argomenti: ,