Referendum Movimento 5 Stelle: i grillini dicono si all’abolizione del reato di clandestinità

Beppe Grillo ha lanciato un referendum online interno al Movimento 5 Stelle per raccogliere l’opinione degli elettori grillini in merito all'abrogazione del reato di clandestinità. Ha vinto il SI ma non sono mancate le polemiche

di Alessandra De Angelis, pubblicato il
Beppe Grillo ha lanciato un referendum online interno al Movimento 5 Stelle per raccogliere l’opinione degli elettori grillini in merito all'abrogazione del reato di clandestinità. Ha vinto il SI ma non sono mancate le polemiche

Beppe Grillo ha lanciato dal suo blog un referendum online interno al Movimento 5 Stelle per raccogliere l’opinione degli elettori grillini in merito all’abrogazione del reato di clandestinità. Ha vinto il SI, con 15.839, contro 9.093 no (per un totale di votanti pari a 24.932).(qui i risultati)

Referendum 5 Stelle: la partecipazione

La partecipazione non è stata quindi molto alta ma va considerato che si è trattato di un referendum lampo: si è votato in un unico giorno, ieri, dalle 10 alle 17. Come da prassi inoltre hanno avuto diritto al voto solo gli iscritti certificati al Movimento 5 Stelle (che in base ai dati aggiornati a giugno 2013 sono 80.383). Il loro parere sarà vincolante per il gruppo parlamentare del Senato che oggi si esprimerà sulla proposta di legge in merito alla depenalizzazione dell’ immigrazione clandestina. L’abrogazione del reato di clandestinità non elimina il procedimento amministrativo con l’ espulsione come sanzione per chi viola violano le norme sull’ingresso e il soggiorno nello Stato”.

Referendum Movimento 5 Stelle: le polemiche interne

All’interno del Movimento 5 Stelle non sono mancate voci critiche in merito al modo di gestire il referendum (è il caso del senatore Luis Alberto Orellana) o anche alla sua stessa opportunità come strumento di espressione della democrazia (considerato da molti un dissidente Lorenzo Battista). Anche alcuni attivisti in rete hanno avuto da dire: c’è chi si lamenta per l’orario scelto per la votazione e chi per difficoltà tecniche al voto.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Politica