Reddito di inclusione: analisi beneficiari, requisiti, entità e durata – opportunità reale o propaganda del PD?

Un'analisi del Reddito di Inclusione: beneficiari, requisiti, durata e entità economia del beneficio. Si tratta di propaganda PD o di vera opportunità?

di , pubblicato il
Un'analisi del Reddito di Inclusione: beneficiari, requisiti, durata e entità economia del beneficio. Si tratta di propaganda PD o di vera opportunità?

Una domanda da un milione di dollari, il Reddito di Inclusione è soltanto propaganda o una vera opportunità di inserimento nel mondo lavorativo? La risposta è sicuramente difficile, ma, a nostro avviso, se si analizzano dei dati e delle convergenze, una certa risposta può già intravedersi. Iniziamo dagli ultimi dati ISTAT: in Italia, le famiglie che vivono in povertà assoluta sono 1 milione e 619mila, quelle che vivono in povertà relativa sono 2 milioni e 734mila. A partire da questi numeri, che raccontano il dramma del nostro paese, come incide o potrà incidere il REI?

Analisi – Reddito di inclusione sbagliato: agli italiani serve più lavoro, non assistenza.

Cos’è il Reddito di Inclusione: i beneficiari, durata, requisiti

Si tratta di una misura che viene presentata come universale, ma che in realtà è selettiva. Innanzitutto, si compone di due elementi: la Carta Pagamento Elettronico (carta REI) e un Progetto personalizzato di inclusione lavorativa e sociale, cioè l’erogazione del beneficio è strettamente connesso alla partecipazione ad attività di inserimento lavorativo. I beneficiari dovrebbero essere, stando alla cifra stanziata, circa 400mila famiglie, forse 500mila, che si trovano sotto la soglia di povertà assoluta. Il beneficio va da 180 euro circa a 480 euro circa mensili, a seconda della consistenza del nucleo familiare. La durata sarà al massimo di 18 mesi e i requisiti saranno i seguenti.

Approfondimento – Benvenuti in Italia, giovani e bambini senza futuro: povertà, disagio e istruzione, i dati.

Familiari:

  • figli minorenni
  • persona con disabilità e di almeno un suo genitore

Ma in assenza di figli minori:

  • donna in stato di gravidanza accertata
  • disoccupato che abbia compiuto 55 anni

Di residenza o soggiorno:

  • cittadino italiano o comunitario
  • familiare di cittadini italiani o comunitari titolari del diritto di soggiorno
  • cittadino straniero con permesso di soggiorno UE
  • titolare di asilo politico o protezione sussidiaria

Economici:

  • ISEE non superiore a 6 mila euro
  • valore patrimoniale immobiliare, diverso dalla casa di abitazione, non superiore a 20 mila euro
  • un valore patrimoniale mobiliare non superiore a 10 mila euro (8 mila per una coppia e 6 mila per una persona sola)

Reddito di Inclusione: le criticità

Le criticità da sottolineare, per quanto concerne il Reddito di Inclusione, sono almeno quattro:

  1. il REI va a sostituire altre forme di sostegno al reddito (SIA e ASDI)
  2. il REI prevede un importo molto inferiore all’attuale (e comunque mai sufficiente) Assegno di disoccupazione
  3. i requisiti del REI sono molto stringenti: 6000 euro di reddito ISEE
  4. le risorse finanziarie stanziate sono insufficienti: si riuscirà a coprire 400/500mila famiglie di contro i numeri ben più elevati che abbiamo segnalato precedentemente dai dati ISTAT

Insomma, a voi il giudizio, se si tratti di propaganda o di vera opportunità.

Argomenti: , , ,