Reddito di cittadinanza: i furbetti rischiano 6 anni di galera, tutto quello che non si può fare con la card

Il reddito di cittadinanza non è uno strumento per risparmiare ma per far riprendere l'economia. I "furbetti" rischiano fino a 6 anni di galera.

di Chiara Lanari, pubblicato il
Il reddito di cittadinanza non è uno strumento per risparmiare ma per far riprendere l'economia. I

Il reddito di cittadinanza sta per entrare ufficialmente nella vita di tutti i giorni degli italiani. Presentato come cavallo di battaglia del Movimento 5 Stelle, debutterà a partire dal 2019 dopo l’ufficialità della Legge di Bilancio, la cui approvazione è attesa per la fine del mese di ottobre. La misura prevede l’assegnazione di un importo pari a 780 euro a chi non ha un lavoro. Giorno dopo giorno, emergono sempre più dettagli sul provvedimento, atteso al debutto dall’inizio del prossimo anno.

No alle “spese immorali”

La card elettronica con all’interno l’importo del reddito di cittadinanza varrà esclusivamente per “assicurare la sopravvivenza minima per l’individuo”, come ha dichiarato Luigi Di Maio nei giorni scorsi. Il concetto di spese immorali non ha ricevuto ulteriori spiegazioni da parte dell’esecutivo ma vi sono alcuni esempi concreti proposti dagli stessi iscritti al Movimento 5 Stelle. In primis, Di Maio ha chiarito che la card non permetterà gli acquisti presso il tabacchino di gratta e vinci e sigarette. Il viceministro all’Economia Laura Castelli ha aggiunto tra le spese non consentite attraverso i 780 euro anche quelle effettuate presso Unieuro.

Leggi anche: Pensioni e reddito di cittadinanza: Salvini e Di Maio parlano di cifre vere

Vietato risparmiare e i furbi rischiano la galera

Il reddito di cittadinanza non è uno strumento per risparmiare ma per far riprendere l’economia. Lo mette in chiaro ancora una volta il viceministro Castelli: “I soldi del reddito di cittadinanza non si possono mettere da parte ma devono essere spesi”. Preferibilmente (o obbligatoriamente, su questo non c’è ancora certezza) nei negozi italiani, così da poter contribuire a raggiungere l’obiettivo di 10 miliardi di consumi in Italia nel corso dei prossimi anni.

Di Maio ha poi assicurato che il reddito di cittadinanza verrà corrisposto unicamente alle persone che ne hanno realmente il diritto. I cosiddetti “furbetti” invece rischiano fino a 6 anni di galera per dichiarazioni non conformi alla legge.

Leggi anche: Reddito di cittadinanza: Di Maio spiega come funziona la card, addio ad alcuni vizi

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Economia Italia, Politica, Politica italiana