Reddito di cittadinanza: Di Maio spinge per la tessera sanitaria e dimezza il sussidio per chi ha una casa di proprietà

Il reddito di cittadinanza sarà dimezzato a chi già possiede una casa di proprietà.

di Chiara Lanari, pubblicato il
Il reddito di cittadinanza sarà dimezzato a chi già possiede una casa di proprietà.

Il reddito di cittadinanza sarà disponibile su carta elettronica. La conferma arriva da Luigi Di Maio, in occasione della registrazione del programma Quarta Repubblica (nuova trasmissione in onda su Rete 4). Nell’intervista rilasciata al giornalista-conduttore Nicola Porro, ha inoltre annunciato che il sussidio previsto per una platea di oltre 6 milioni di italiani in futuro potrebbe essere erogato direttamente sulla tessera sanitaria. Il ministro del Lavoro e dello Sviluppo economico ha poi detto che il reddito sarà dimezzato a chi già possiede una casa di proprietà. Intanto arrivano nuove polemiche sulla misura fortemente voluta dal Movimento 5 Stelle, alla luce del rialzo dello spread nelle ultime ore (superati i 300 punti base).

Reddito di cittadinanza dimezzato per chi ha una casa di proprietà

Prima ancora di essere ufficializzato, il reddito di cittadinanza viene già dimezzato. Da 780 euro a 400 euro, questo l’importo previsto per chi avrà i requisiti ma contemporaneamente una casa di proprietà. Lo ha spiegato lo stesso Luigi Di Maio nel corso di un’intervista rilasciata a Rtl 102.5, sottolineando come dall’importo dei 780 euro venga stornato ciò che si definisce affitto imputato. Inoltre, Di Maio ha aggiunto che il reddito di cittadinanza non sarà versato in contanti ma esclusivamente in contante elettronico. Nei prossimi giorni si attendono nuovi aggiornamenti in merito al sussidio.

Riccardo Molinari (Lega Nord) dà la colpa dell’aumento dello spread al reddito di cittadinanza

Intanto, Riccardo Molinari – capogruppo della Lega alla Camera dei Deputati – ha dato la colpa al reddito di cittadinanza riguardo all’aumento dello spread. Il deputato leghista ha sottolineato che non si sa nulla circa la declinazione della misura proposta dal Movimento 5 Stelle, a differenza di quota 100 (strumento previdenziale per superare la riforma Fornero) e flat-tax, della quale beneficeranno gli autonomi e chi è in possesso di una Partita Iva.

Leggi anche: Legge di Bilancio 2019, tagli per finanziare pensioni e reddito di cittadinanza: vanno trovati 13 miliardi

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Economia Italia, Politica, Politica italiana