Reddito di cittadinanza Movimento 5 Stelle: quanto costa? Guerra di cifre

Quanto costa il reddito di cittadinanza del Movimento 5 Stelle? La stima dell'Inps, una voce fuori dal coro.

di Chiara Lanari, pubblicato il
Quanto costa il reddito di cittadinanza del Movimento 5 Stelle? La stima dell'Inps, una voce fuori dal coro.

Il successo del Movimento 5 Stelle al Centro e al Sud Italia in occasione delle ultime elezioni politiche è stato travolgente, tanto che nemmeno i sostenitori più ottimisti dei 5 Stelle avrebbero potuto pensare di ottenere un simile risultato, con il Movimento che ha raggiunto e superato abbondantemente la percentuale del 30 per cento (1 italiano su 3 che è andato a votare ha premiato il Movimento del candidato premier Luigi Di Maio). Secondo gli addetti ai lavori, la forza dirompente dei grillini nelle regioni meridionali ha un deus ex machina neanche tanto nascosto: il reddito di cittadinanza, il simbolo della campagna elettorale dei 5 Stelle, un cavallo di battaglia del Movimento da qualche anno a questa parte.

Guerra di cifre

Quanto costa il reddito di cittadinanza del Movimento 5 Stelle? Una delle domande più ricorrenti negli ultimi giorni è proprio quella sui costi effettivi della proposta di legge dei 5 Stelle. A dare i numeri, di recente, è stato Pasquale Tridico, eventuale ministro del Lavoro qualora Mattarella scegliesse di affidare l’incarico al Movimento 5 Stelle di Luigi Di Maio. Secondo l’economista dell’Università di Roma Tre, il reddito di cittadinanza ha un costo di 17 miliardi di euro, inclusi i 2 miliardi da destinare per il rinforzo dei centri d’impiego. Numeri che combaciano con quelli indicati dall’Istat tre anni fa, quando il presidente Alleva aveva stimato i costi in 14,9 miliardi di euro.

Pensioni di scorta: ecco cosa sono i Pepp voluti dalla Commissione Europea

L’Istituto Nazionale della Previdenza Sociale e le sue stime

C’è, però, una voce fuori dal coro: l’Inps. L’Istituto Nazionale della Previdenza Sociale, guidato dal presidente Tito Boeri, ha calcolato per il reddito di cittadinanza dei 5 Stelle una spesa complessiva pari a 30 miliardi di euro. Cifra – tra le altre cose – vista al ribasso, dal momento che non vi sono inclusi i costi di gestione quelli riferiti alla raccolta delle informazioni. Chi ha ragione? Istat e Movimento 5 Stelle oppure il numero uno dell’Inps Tito Boeri?

Leggi anche: Reddito di cittadinanza, il vero motivo per cui non si farà e perché la delusione sarà tanta

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Economia Italia, Politica, Politica italiana