Quanto vale Alfano e quanto vale Berlusconi nel nuovo Centrodestra che verrà

Angelino Alfano e Silvio Berlusconi: il primo è vicino a una svolta politica, il secondo torna sui suoi passi per rinnovare un partito (e il Centrodestra). Ma chi vale di più tra Alfano e Berlusconi nel nuovo Centrodestra che verrà? E cosa succederebbe se Alfano si spostasse al Centro? Analizzando l'ultimo sondaggio IPR emergono alcune questioni interessanti: scopriamo quali.

di Daniele Sforza, pubblicato il
Angelino Alfano e Silvio Berlusconi: il primo è vicino a una svolta politica, il secondo torna sui suoi passi per rinnovare un partito (e il Centrodestra). Ma chi vale di più tra Alfano e Berlusconi nel nuovo Centrodestra che verrà? E cosa succederebbe se Alfano si spostasse al Centro? Analizzando l'ultimo sondaggio IPR emergono alcune questioni interessanti: scopriamo quali.

Il Centrodestra è in subbuglio: sono tutti sulla graticola, chi in procinto di fondare un nuovo movimento, chi in procinto di spostarsi al Centro, chi prendendo una strada sua. Sulla bilancia le teste di Alfano e Berlusconi: quale pesa di più? Alfano sembra aver chiesto a Berlusconi le teste degli scissionisti, come Santanchè, Verdini, Bondi e perfino quella di Brunetta. Il Cavaliere risponde di no: Alfano ha capito dove tira il vento e vuole restare in sella, nel governo Letta appena fresco di fiducia. Una vittoria politica quella di Alfano, che resta vicepremier evitando la retrocessione a chissà quale carica nel nuovo Centrodestra che si va formando. Alfano, sostanzialmente, vuole portare Berlusconi dalla sua parte, il che vale a dire metterlo in secondo piano, il che altrettanto significa che la risposta che riceverà sarà negativa. Alfano vuole fare questo perché Berlusconi ha un peso politico non irrilevante, ma che potrebbe rivelarsi un boomerang per la sua nuova Forza Italia. Servizio Pubblico, ieri, ha comunicato l’ultimo sondaggio IPR, rilevando come Forza Italia (Berlusconi) valga il 17%, mentre il nuovo PDL degli esclusi (Alfano, Lupi e altri) valga il 10%. 7 punti percentuali in meno che pesano e che risultano emblematici nel nuovo corso di Centrodestra.   LEGGI ANCHE Il PDL è morto, viva il PDL! Dopo la fiducia sarà comunque scissione? Ecco perché Berlusconi ha votato la fiducia al governo Letta  

Ecco chi vincerebbe alle elezioni se si votasse oggi secondo l’ultimo sondaggio elettorale IPR

Ecco i risultati del sondaggio IPR del 3 ottobre (tra parentesi la variazione rispetto alle rilevazioni del 30 settembre):

  • Centrosinistra: 34,5% (-0,5%)
  • Centrodestra: 32,5% (-0,5%)
  • Movimento 5 Stelle: 22,5% (+0,5%)
  • Centro: 5,7% (-0,5%)

 

Quanto vale Alfano e quanto Berlusconi secondo l’ultimo sondaggio IPR

Ma alcuni dati interessanti provengono da altri sondaggi: oltre a quello sopraccitato, che ha messo Alfano e Berlusconi sulla bilancia del Centrodestra (e da cui Berlusconi ne esce vincitore), IPR ha chiesto agli intervistati come si comporterebbero in caso di ritorno della DC, ovvero di una coalizione politica formata da Monti, Alfano, Lupi, Casini e Mauro. Ecco cosa ne è uscito fuori:

  • Partito Democratico: 26%
  • Movimento 5 Stelle: 21%
  • Nuova DC: 20%
  • Forza Italia: 17%
  • Altri: 16%

Il che, analizzando le diverse coalizioni, porterebbe al risultato seguente:

  • Centrosinistra: 30%
  • Centrodestra: 25%
  • Movimento 5 Stelle: 21%
  • Nuova DC: 20%
  • Altri: 4%

 

Lo spostamento di Alfano al Centro sarebbe una svolta politica per la sua carriera?

Analizzando i sondaggi sopra riportati, appare chiaro come le strade di Berlusconi e Alfano siano destinate a dividersi definitivamente. E’ facilmente intuibile come l’elettorato di Centrodestra non abbia una grande fiducia nell’attuale vicepremier, restando invece più salda sul Cavaliere. Il discorso cambia qualora Alfano continui a camminare sulla strada intrapresa a inizio legislatura, ovvero faccia parte di un movimento (la cosiddetta “nuova DC”) che abbia al suo interno altre figure di leader (come Mario Monti, ad esempio), ma in questo caso la questione si sposterebbe su un altro piano e fa emergere un interrogativo: Alfano può ancora essere considerato un uomo di Centrodestra? Oppure l’appoggio totale al governo di Enrico Letta rappresenta una svolta politica per la sua carriera e per la sua figura di uomo politico?   APPROFONDISCI Berlusconi perde la sua ultima battaglia: a vincere è l’Italia Berlusconi esce dalla storia. Fine di un’epoca comunque vada   Voi che ne pensate?  

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Politica