Quanto ha speso il governo italiano per combattere il coronavirus?

La spesa del governo per contrastare le conseguenze drammatiche del coronavirus.

di , pubblicato il
La spesa del governo per contrastare le conseguenze drammatiche del coronavirus.

Di solito è a dicembre che si traccia un bilancio complessivo di quello che è stato l’anno ormai giunto alla conclusione. Il 2020 non è stato però un anno normale, tra virgolette, complice l’esplosione della pandemia di covid-19 che ha rivoluzionato il modo di vivere dell’intera popolazione mondiale. Alla luce dei numerosi interventi compiuti dal governo italiano per sostenere aziende e famiglie durante e dopo la pandemia, abbiamo pensato che fosse utile riportare quelle che sono state le spese complessive sostenute dallo Stato per fronteggiare l’emergenza sanitaria dipesa dal coronavirus e il rilancio dell’economia post-covid-19.

La spesa del governo per contrastare le conseguenze drammatiche del coronavirus

Prendendo in considerazione il saldo netto da finanziare, la voce più rilevante ha per oggetto gli interventi compiuti a favore delle imprese, costati 69,6 miliardi di euro alle casse dello Stato. La seconda spesa più cospicua è stata per le misure di sostegno alla liquidità per le famiglie italiane, quantificabile in 53,3 miliardi. Al terzo posto, anche se con un peso nettamente inferiore (-50%) rispetto alla prima voce di spesa (interventi pro imprese), figurano i soldi spesi per la tutela del lavoro, che ammontano a 34,5 miliardi.

8,3 miliardi per il potenziamento della sanità pubblica italiana

Sono poi stati spesi quasi 8,3 miliardi per il potenziamento della sanità pubblica italiana, tra le più duramente colpite dalla pandemia, ma ancora oggi fiore all’occhiello del Paese rispetto a tante altre nazioni. Gli enti territoriali hanno invece ricevuto 6,4 miliardi di euro, poco più di quelli che sono stati i soldi investiti nel miglioramento dei servizi pubblici (5,4 miliard). La spesa minore riguarda quella inerente gli interventi per il sociale, per cui sono stati impiegati circa 1,5 miliardi.

Il totale del saldo netto da finanziare arriva a 179 miliardi di euro, mentre l’indebitamento netto corrisponde a 75,3 miliardi.

Un motivo in più per cui il premier Conte è chiamato a vincere la battaglia sul Recovery fund.

Leggi anche: Italia, come ripartire dopo il coronavirus? Inizia la missione europea di Conte

[email protected]

Argomenti: ,