Quantitative easing prorogato al dicembre 2017, ma da aprile a 60 mld al mese

La BCE proroga il quantitative easing fino alla fine del 2017, ma da aprile gli acquisti di assets saranno ridotti a 60 miliardi al mese.

di , pubblicato il
La BCE proroga il quantitative easing fino alla fine del 2017, ma da aprile gli acquisti di assets saranno ridotti a 60 miliardi al mese.

L’ultimo board della BCE ha prorogato di 9 mesi al dicembre del 2017 la durata del “quantitative easing”, il piano di acquisti degli assets nell’Eurozona (titoli di stato, Abs, covered e corporate bonds). Tuttavia, a partire dal mese di marzo, gli acquisti saranno ridotti a 60 miliardi al mese. Invariati i tassi di riferimento, rimasti azzerati, quelli marginali allo 0,25%, così come quelli sui depositi overnight al -0,4%.

Nel comunicato, l’istituto ha annunciato novità sulle regole per l’attuazione del QE nei prossimi mesi, che saranno svelate in conferenza stampa dal governatore Mario Draghi, durante la quale verranno proiettate le nuove stime per il triennio 2017-2019 su pil e inflazione nell’Eurozona. Subito dopo l’annuncio, il cambio euro-dollaro era leggermente invariato, segnando un apprezzamento dello 0,04% a 1,07617. (Leggi anche: Quantitative easing, stimoli prolungati un mal di testa per Draghi).

 

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: , , , , ,
>