Il Programma Fisco del M5S votato dalla base: tutele, sgravi e riforma dell’Agenzia delle Entrate

Proseguono le consultazioni online per la stesura del programma elettorale del M5S: arriva il Programma Fisco, ecco cosa prevede.

di Carlo Pallavicini, pubblicato il
Proseguono le consultazioni online per la stesura del programma elettorale del M5S: arriva il Programma Fisco, ecco cosa prevede.

Il Programma Fisco del M5S, così come è venuto fuori dalle consultazioni online, prevede una serie di riforme che puntano da un lato a snellire la burocrazia e dall’altro a venire in contro alle esigenze del contribuente: maggiori tutele, dunque, ma anche miglioramento delle infrastrutture soprattutto dal punto di vista tecnologico, sgravi fiscali per chi è meno abbiente ma anche incentivi per chi rispetta e investe nell’ambiente. Vediamo nello specifico su cosa si è votato e quali sono i risultati e i punti programmatici.

Qui, sondaggi politici elettorali al 19 luglio: M5S in rialzo, male il Pd.

Programma Fisco M5S: la tassazione deve essere sostenibile

Le consultazioni online hanno dato il via libera a quello che può essere considerato il punto fondamentale del Piano Fisco del M5S: “la riduzione della pressione fiscale sul reddito delle persone fisiche attraverso la revisione degli scaglioni IRPEF privilegiando, nell’ottica di redistribuzione della ricchezza, le fasce di contribuenti medio-basse, i nuclei familiari monoreddito e con più componenti e le diversità territoriali del Paese”. A questo si aggiunge anche un ulteriore elemento: “la revisione del sistema delle agevolazioni fiscali” per rendere più semplice e soprattutto più equa la procedura concernente le detrazioni e le deduzioni.

Ecco, Perché a vincere sarà la destra: altro che PD e M5S.

Programma Fisco M5S: la questione dell’Agenzia delle Entrate

Le priorità, in vista della riforma dell’Agenzia delle Entrate, che sono state votate dagli aventi diritto del M5S per il Programma Fisco è la seguente: “un intervento di rinnovamento e adeguamento tecnologico e digitale dei sistemi gestionali di contabilità in uso alle imprese e professionisti del settore senza costi per il contribuente”, ma fondamentale è un altro punto che riguarda il rapporto con il contribuente. L’Agenzia delle Entrate, nell’ambito dei processi di verifica e accertamento, deve sempre concedere il contraddittorio cioè deve “ascoltare sempre le ragioni del contribuente prima dell’adozione di accertamenti o atti impositivi nei suoi confronti”. Importante anche un ulteriore punto programmatico volto al “rafforzamento delle misure di contrasto all’evasione fiscale potenziando lo scambio di informazioni tra autorità amministrative, nazionali e sovranazionali, e l’utilizzo delle informazioni dei big data”.

Infine, ecco come si intende lavorare in vista di una “riscossione giusta” mediante “l’internalizzazione del servizio di riscossione da parte degli enti impositori con esclusione del ricorso agli agenti della riscossione, riducendo così l’aggravio di costi (aggi e mora) a carico dei contribuenti” e in più con “l’introduzione del principio della responsabilità patrimoniale dei funzionari pubblici per i danni erariali cagionati allo Stato”.

Programma Fisco M5S: il rapporto tra fisco e ambiente

Interessante, infine, anche il lavoro svolto nel Programma Fisco del M5S in vista degli incentivi alle imprese che tutelano l’ambiente mediante l’introduzione di “incentivi fiscali alle attività a minor impatto ambientale ovvero che apportano benefici in termini di tutela dell’ambiente e riduzione degli agenti inquinanti, tra cui la promozione del riciclo e riutilizzo di beni usati, delle fonti rinnovabili, delle produzioni a km zero, delle fonti alternative alle fonti fossili per l’autotrasporto”. Si tratta essenzialmente di quella che viene definita la priorità assoluta e del resto si trova in linea con tutte le proposte di politica economica del Movimento.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Crisi economica Italia, Economia Italia, Politica, Politica italiana

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.