Prezzo carburanti: dopo due settimane si fermano i ribassi

Prezzi di benzina e diesel stabili sulla rete di distribuzione carburanti. Si arresta per ora il trend di ribassi in scia al calo delle quotazioni del petrolio

di Mirco Galbusera, pubblicato il
Prezzi di benzina e diesel stabili sulla rete di distribuzione carburanti. Si arresta per ora il trend di ribassi in scia al calo delle quotazioni del petrolio

Dopo due settimane di discesa si fermano i ribassi dei prezzi sulla rete carburanti italiana. Con le quotazioni dei prodotti petroliferi in Mediterraneo ancora con il segno meno, infatti, non si registrano oggi interventi sui prezzi raccomandati da parte delle compagnie.

 

Sul territorio, comunque, prezzi praticati ancora in calo a valle dei movimenti dei giorni scorsi. Nel dettaglio, in base all’elaborazione di Quotidiano Energia dei dati alle 8h00 di ieri comunicati dai gestori all’Osservaprezzi carburanti del Mise, il prezzo medio nazionale praticato in modalità self della benzina è pari a 1,504 euro/litro, con i diversi marchi che vanno da 1,495 a 1,531 euro/litro (no-logo 1,485). Il prezzo medio praticato del diesel è pari a 1,346 euro/litro, con le compagnie che passano da 1,341 a 1,369 euro/litro (no-logo a 1,323). Quanto al servito, per la benzina il prezzo medio praticato è di 1,629 euro/litro, con gli impianti colorati che vanno da 1,581 a 1,717 euro/litro (no-logo a 1,519), mentre per il diesel la media è a 1,476 euro/litro, con i punti vendita delle compagnie da 1,433 a 1,563 euro/litro (no-logo a 1,358). Il Gpl, infine, va da 0,587 a 0,615 euro/litro (no-logo a 0,588).

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Prezzi carburante

I commenti sono chiusi.