Prezzi case usate in Italia: diminuzione dei costi, le regioni e province più e meno care

In particolare i prezzi più bassi sono stati registrati in 8 regioni tra cui Piemonte, Lombardia, Liguria e Sicilia.

di , pubblicato il

Ancora cali per i prezzi delle case usate che dopo le diminuzioni registrate a luglio scendono anche ad agosto. In base ad un recente articolo di idealista.it, i prezzi delle case usate sono scesi dello 0,4% ad agosto.

Cosa è cambiato ad agosto

Mediamente i costi degli immobili in Italia si attestano intorno a 1.720 euro/m2. In sostanza, in base all’indice dei prezzi di idealista, i prezzi delle abitazioni hanno registrato un trend negativo del -3,1%. 

In particolare i prezzi più bassi sono stati registrati in 8 regioni tra cui Piemonte, Lombardia, Liguria e Sicilia. In Piemonte i prezzi sono scesi del -1,4% rispetto ai dati di luglio contro lo  0,8% e 0,7% delle altre tre regioni. Stabili i prezzi in Emilia-Romagna e Basilicata mentre sono aumentati in Sardegna, Valle d’Aosta e Friuli-Venezia Giulia. In Valle d’Aosta la crescita è stata del 5,5% contro l’1% e l’1,5% del Friuli-Venezia Giulia.

In linea di massima i prezzi delle case usate in Valle d’Aosta si attestano sui 2.527 euro/m2, seguita da Liguria con 2.493 euro/m2 e Trentino-Alto Adige con 2.357 euro/m2. Dall’altra parte della graduatoria invece  Sicilia, Molise e Calabria dove i prezzi spaziano da 1.079 euro/m2 a 919 euro.

Le province e i capoluoghi di regione

 A livello provinciale, invece, l’indice dei prezzi segnala valori in tendenziale incremento con Aosta, Trieste e Potenza rispettivamente con 5,5%, 3% e 2,7% e dal lato opposto Barletta-Andria-Trani -2,6%, Siracusa -2,4% e Torino con -2%.

Tra le province più care d’Italia spiccano Bolzano con 3.375 euro/m2 per una casa usata, Savona dove il prezzo medio si aggira sui 3.113 euro/m2 e Firenze con 2.825 euro/m2 mentre le province di Biella, Caltanissetta e Isernia sono le meno care (668 euro al metro quadro, 747 euro/m2 e 808 euro/m2).

Infine guardando ai dati relativi ai capoluoghi di provincia Treviso con 5,4% è la città dove si sono registrati rialzi seguita da Rieti e Andria. Per quanto riguarda le grandi città rimbalzi anche per Milano e Roma, di poco anche Napoli e Firenze mentre rispetto a luglio sono scesi Bologna, Genova e Torino. 

Tra i capoluoghi di provincia più cari ci sono Venezia con 4.459 euro/m², Firenze con 3.902 euro/m², Bolzano con 3503 euro/m² e Milano con 3.379 euro/m². Tra i meno cari Agrigento, Ragusa e Caltanissetta con 881 euro/m², 857 euro/m² e 762 euro al metro quadro.

Leggi anche: Prezzi case in Italia regione per regione: calo del 2,9% in un anno

[email protected]

Argomenti: ,