Prezzi case in aumento ad agosto: i dati regione per regione

Le due regioni dove i prezzi delle case sono diminuiti di più su base mensile sono Marche e Basilicata.

di , pubblicato il
Le due regioni dove i prezzi delle case sono diminuiti di più su base mensile sono Marche e Basilicata.

Continuano a crescere i prezzi delle case in Italia. Secondo l’ultimo report di Idealista, ad agosto 2020 l’aumento è stato pari al +1,7% rispetto allo stesso mese dello scorso anno. In termini di variazione mensile, la regione dove è aumentato di più il costo degli immobili è la Valle d’Aosta, con una crescita superiore al 3%. Le due regioni invece dove i prezzi delle case sono diminuiti di più su base mensile sono Marche (-0,8) e Basilicata (-0,7), seguite a ruota dal Friuli Venezia Giulia (-0,6). Calma piatta in Sicilia, dove la variazione è stata pari a 0, un dato comunque non molto diverso rispetto alla variazione mensile osservata in Italia (+0,2).

Variazione trimestrale

Se invece si guarda alle percentuali riferite alla variazione trimestrale, ci accorgiamo di come i prezzi siano cresciuti fino al +2,8% come media nazionale, sebbene ci siano delle notevoli differenze tra regione e regione. La crescita dei prezzi del mattone più eclatante è della Lombardia, dove si è registrato un aumento del +8,0%. Sopra il 2% anche Campania (+3,4), Lazio (+2,6) e Trentino Alto Adige (+2,3). Esistono però anche le eccezioni negative, dove cioè i prezzi delle abitazioni sono diminuiti: Liguria (-1,8%), Molise (-0,8) e Calabria (-0,1).

Variazione annuale

Ma vediamo ora i dati regione per regione sulla variazione annuale dei prezzi delle case in Italia, con un aumento medio pari a +1,7%:

 

  • Abruzzo -0,6%

  • Basilicata – 0,2%

  • Calabria -1,1%

  • Campania +0,4%

  • Emilia-Romagna +2,1%

  • Friuli-Venezia Giulia +1,1%

  • Lazio +0,9%

  • Liguria -0,9%

  • Lombardia +6,1%

  • Marche -3,4%

  • Molise -2,6%

  • Piemonte +1,1%

  • Puglia -0,3%

  • Sardegna -0,7%

  • Sicilia -1,2%

  • Toscana +0,2%

  • Trentino-Alto Adige +4,6%

  • Umbria -1,6%

  • Valle d’Aosta -2,7%

  • Veneto +4,7%

I dati riportati qui sopra appartengono al portale Idealista, che li ha pubblicati per primo sul suo sito ufficiale a questo link. Da notare come i prezzi delle case, ma solo nelle grandi città e nei centri cittadini, potrebbero, obbligo usare il condizionale, calare anche a seguito dello smart working che ha stravolto le città.

Leggi anche: Fase 2, mercato immobiliare fermo: prezzi case in ribasso, approfittare ora?

Prezzi case 2020: dove sono aumentati di più in base alle città e quartieri

[email protected]

Argomenti: ,