Prezzi benzina: nuovo rincaro, un pieno costa 7 euro in più

Nuovi rincari per i prezzi della benzina, si rischia di tornare al passato.

di , pubblicato il
Prezzi benzina

I prezzi della benzina hanno toccato un nuovo record da gennaio 2020, raggiungendo quota 1,588 euro (ultimi dati Mise). Davide Tabarelli, numero uno di Nomisma Energia, prevede che la benzina possa arrivare già quest’anno alla quotazione record di 1,7 euro al litro, con il prezzo del petrolio in crescita da 70 a 80 dollari al barile. E a rimetterci, come sempre, sono gli automobilisti.

Come se non bastasse, la corsa al rialzo del gregge è favorita anche dall’attacco informatico che ha colpito il flusso di carburante lungo la costa orientale degli USA. Non va meglio neanche per il diesel, che nella settimana dal 3 al 9 maggio ha fatto registrare un prezzo medio di 1,447 euro al litro.

Prezzi benzina: gli ultimi rincari sono responsabili di una stangata di oltre 175 euro

Rispetto a inizio 2021, un pieno di 50 litri costa 7,32 euro in più per le macchine a benzina, poco più rispetto al rincaro di 6 euro e 41 centesimi per il gasolio, con un incremento in termini percentuali rispettivamente del 10,2 e 9,7 per cento. A conti fatti, l’Unione nazionale consumatori (Unc) fa sapere che il rincaro annuale per ogni automobilista è di 176 (auto a benzina) e 154 euro (auto diesel).

Le previsioni di Nomisma Energia

Tornando alla previsione del presidente di Nomisma Energia, qualora il prezzo della benzina raggiungesse un prezzo medio stimato intorno a 1,70 euro significherebbe tornare indietro di 7 anni, al 2014, quando un litro di benzina si aggirava su valori simili.

La tesi di Tabarelli è supportata da almeno due elementi centrali: il primo, l’avvicinamento in corso tra Arabia Saudita e Iran, che ha per conseguenza il mantenimento dei prezzi verso l’alto; il secondo riguarda la posizione delicata degli Stati Uniti, che dopo la pandemia non sono ancora riusciti a riprendere a pieno la loro capacità produttiva.

Vedi anche: Prezzi benzina e diesel, ancora rincari: associazioni dei consumatori sul piede di guerra

[email protected]

Argomenti: ,