Prezzi benzina e diesel a gennaio: nessuna rivoluzione per self e servito

Ecco la situazione di benzina e diesel secondo gli ultimi dati comunicati dai gestori all’Osservaprezzi carburanti del Mise.

di , pubblicato il
Ecco la situazione di benzina e diesel secondo gli ultimi dati comunicati dai gestori all’Osservaprezzi carburanti del Mise.

Dopo le vacanze di Natale regna la quiete per quanto riguarda i prezzi di benzina e diesel. Le quotazioni dei prodotti petroliferi in Mediterraneo hanno chiuso in discesa nella giornata di ieri, dunque i prezzi restano stabili e senza particolari scosse. 

Prezzi benzina e diesel self 

Secondo i dati elaborati da Quotidiano Energia, comunicati dai gestori all’Osservaprezzi carburanti del Mise, i prezzi della benzina self si mantengono a 1,600 euro al litro con i vari marchi che spaziano da 1,597 a 1,617 euro/litro mentre per il no logo il prezzo è di 1,494 euro/litro.

Per quanto riguarda il diesel invece il costo medio, sempre in modalità self, è di 1,494 euro/litro, no logo 1,477 euro al litro mentre guardando alle varie compagnie il prezzo varia da 1,490 a 1,505 euro/litro. 

Prezzi benzina e diesel servito 

Per quanto riguarda i prezzi di benzina e diesel in modalità servito, il prezzo medio è di 1,737 euro/litro, quelli dei vari marchi variano da 1,704 a 1,806 euro/litro mentre no logo 1,626 euro al litro. Per il diesel il costo medio è di 1,634 euro/litro, 1,609 e 1,713 euro/litro per le varie compagnie mentre no logo 1,525. Prezzo inalterato anche per il gpl con prezzi da 0,621 a 0,643 e no logo 0,616. Nessuno scosso, dunque, per il carburante ma bisognerà vedere i prossimi giorni come potrebbe cambiare la situazione in seguito all’aumento dei prezzi del petrolio. 

Ti potrebbe interessare anche: Accise sulla benzina: rischio salasso sui prezzi del carburante dal 2021

Aumento prezzo del petrolio dopo attacco in Iraq

Nel frattempo, in seguito agli attacchi da parte dell’Iran contro le contro le forze americane in Iraq, il prezzo del petrolio è in rialzo. Appena giunta la notizia, infatti, le quotazioni del Brent sono aumentate del 3,6% superando la quota di 70,50 dollari per poi stabilizzarsi a 69 dollari. Anche il WTI ha subito un rialzo da da 62,70 a 64,20 dollari mentre ora si attesta a 63,20 dollari il barile.

Leggi anche: L’Iran attacca due basi USA in Iraq: l’oro vola oltre $1.600 e petrolio a $70

Per rettifiche, domande, informazioni o comunicati stampa scrivete a [email protected]

Argomenti: ,