Pil Italia +0,4% su trimestre e +1,5% annuo: top dal 2011, ma penultimi nell’Eurozona

Accelera la crescita del pil in Italia nel secondo trimestre, esitando il dato migliore degli ultimi 7 anni.

di , pubblicato il
Accelera la crescita del pil in Italia nel secondo trimestre, esitando il dato migliore degli ultimi 7 anni.

Secondo l’Istat, il pil in Italia nel secondo trimestre è cresciuto dello 0,4% rispetto ai primi tre mesi dell’anno e dell’1,5% su base annua (dati corretti per gli effetti del calendario e destagionalizzati). Un sondaggio Reuters pubblicato due giorni fa aveva previsto numeri esattamente uguali a quelli appena pubblicati dall’istituto italiano di statistico e che si rivelano i migliori dal primo trimestre 2011. Nel primo trimestre, la crescita economica congiunturale era stata dello 0,4% e quella tendenziale dell’1,2%. Quella acquisita per i primi sei mesi dell’anno è pari all’1,2%, ovvero questa sarebbe la crescita annua dell’Italia nel caso di variazioni congiunturali nulle per il resto del 2017. (Leggi anche: Pil e debito, Italia va solo a rimorchio dell’Eurozona)

Nel periodo aprile-giugno, il pil è cresciuto sui tre mesi precedenti dello 0,6% negli USA, dello 0,5% in Francia e dello 0,3% nel Regno Unito, mentre su base annua queste economie hanno segnato rispettivamente una crescita del 2,1%, 1,8% e 1,7%. Nell’insieme, l’Eurozona è cresciuta dello 0,6% rispetto al primo trimestre e del 2,2% su base annua. Pertanto, nonostante il miglioramento, la nostra economia continua ad allargare il solco con il resto dell’unione monetaria, dove al livello tendenziale peggio di noi ha fatto solo il Belgio con il +1,4%, anche se mancano all’appello i dati di alcuni stati membri, tra cui la Grecia.

 

 

Argomenti: , , ,