Piazza Affari è un discount finanziario, vediamo quant’è “cheap”

Il mercato azionario italiano offre un lauto sconto rispetto a 10 anni fa, mostrandosi il peggiore tra i principali in Europa e USA.

di , pubblicato il
Il mercato azionario italiano offre un lauto sconto rispetto a 10 anni fa, mostrandosi il peggiore tra i principali in Europa e USA.

La Borsa di Londra, quella di Francoforte e Wall Street viaggiano sui massimi di sempre in questa fase, segno non solo di un recupero totale delle perdite accusate con il crollo seguito alla crisi finanziaria del 2007-’08, bensì pure di un rinvigorimento dei relativi mercati azionari, sostenuti dalle buone performance delle rispettive economie. E Piazza Affari? Nessun bisogno di dire che Milano segni l’andamento peggiore dell’ultimo decennio tra le principali borse delle due sponde dell’Atlantico. Al momento, rispetto ai livelli di metà 2007, l’indice Ftse Mib risulta poco meno che dimezzato, quando il Dax 40 tedesco si aggira intorno al 160% del livello di quasi 10 anni fa, il Dow Jones al 156% e Londra al 114%. Restano al di sotto dei livelli pre-crisi le borse di Parigi e Madrid, rispettivamente oggi all’89% e al 73% dei livelli di inizio giugno 2007.

Fatti 100 tutti i suddetti indici azionari di un decennio or sono, Milano vale oggi 52, Francoforte 160, Wall Street 156, Londra 114, Parigi 89, Madrid 73. Ci sarà una ragione se gli investitori stranieri si fregano le mani quando pensano all’Italia! E pensare che a tenerli spesso lontani dal nostro mercato azionario vi è il rischio-paese, dato il netto peggioramento degli indici macroeconomici nell’ultimo decennio. Altrimenti, sarebbero scalate a valanga.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Argomenti: , ,