Piano rientro voli per gli italiani rimasti bloccati in Uk

Firmata l'ordinanza per il rientro degli italiani rimasti bloccati.

di , pubblicato il
Piano rientro voli per gli italiani rimasti bloccati in UK

La variante inglese sta preoccupando l’Europa ma c’è anche un altro problema che riguarda i cittadini italiani che sono rimasti bloccati in Gran Bretagna non possono farlo a causa dei voli bloccati fino al 6 gennaio

Di Maio ha firmato la nuova ordinanza

Nelle ultime ore, Luigi Di Maio ha predisposto che i residenti in Italia che si trovano in Gran Bretagna e hanno necessità di tornare potranno farlo con dei voli commerciali che riceveranno autorizzazione. Chi dovrà rientrare dovrà sottoporsi a tampone prima e dopo la partenza e sarà anche obbligatorio fare una quarantena di due settimane una volta atterrati in Italia. 

In sostanza, sono previsti voli speciali per permettere il rientro dei connazionali ma solo per chi è residente in Italia e vive in Gran Bretagna e non per i residenti in Gran Bretagna. Il piano si è reso necessario anche in seguito alla creazione della pagina “Azione collettiva italiani bloccati in Gran Bretagna” che conta almeno mille iscritti e dove sono stati pubblicati molti messaggi di aiuto, proteste e informazioni. In seguito ad una riunione con la Farnesina e dopo una consultazione con i ministeri della Salute e dei Trasporti è stato deciso un piano di rientro limitato ai residenti in Italia e chi ha urgenze. 

Piano rientro per i residenti in Italia

La Ue ha raccomandato il coordinamento tra gli Stati Membri nell’affrontare la crisi. La responsabile Ue dei trasporti, Adina Velean ha dichiarato che: 

«Fino al 31 dicembre si applica ancora la libertà di movimento; singoli Stati membri non dovrebbero respingere persone provenienti dalla Gran Bretagna. Il traffico cargo deve inoltre proseguire ininterrottamente».

In seguito all’accordo tra Regno Unito e Francia, inoltre, è stato anche riaperto il porto di Dover ma non è ancora chiaro quando i tir potranno tornare a muoversi.

Nel frattempo, la variante inglese continua a fare paura e si teme una nuova ondata di contagi a gennaio senza nuove restrizioni. I dubbi rimangono in merito alla particolare virulenza di questo ceppo, mentre non è ancora chiaro in che termini può essere più o meno pericoloso.

Vedi anche: La variante inglese del covid e l’ombra di un nuovo lockdown dopo Natale

[email protected]

 

Argomenti: , ,