Petrolio, scorte USA cresciute di 10,95 milioni di barili. Serbatoi sempre più pieni

Le scorte di greggio USA sono cresciute molto oltre le attese. Si conferma il rischio di un aumento dell'eccesso dell'offerta globale.

di Giuseppe Timpone, pubblicato il
Le scorte di greggio USA sono cresciute molto oltre le attese. Si conferma il rischio di un aumento dell'eccesso dell'offerta globale.

Il Dipartimento dell’Energia di Washington ha comunicato che la scorsa settimana, le scorte di petrolio negli USA sono cresciute di altre 10,949 milioni di barili a 482,393 milioni, il livello più alto di sempre. Si tratta di un aumento settimanale triplo rispetto alle attese degli analisti, con Bloomberg a pronosticare un rialzo compreso tra 3,4 e 4,77 milioni di barili. Solo l’American Petroleum Institute aveva stimato una crescita maggiore, pari a +12,2 milioni di barili. L’utilizzo degli impianti è salito al 90,1% della loro capacità dall’89,4% della settimana precedente, sopra le attese dell’89,9%. Questo significa che le compagnie sarebbero quasi al limite delle loro capacità produttive e che i serbatoi americani, dove sono  conservate le scorte, si stanno riempiendo sempre più e probabilmente saranno colmi entro giugno. Il dato in sé rappresenta la conferma che l’offerta di petrolio globale, già considerata in eccesso di 1,5-2 milioni di barili al giorno, sarebbe destinata a crescere nelle prossime settimane e mesi, man mano che le compagnie USA non troveranno spazio disponibile nei serbatoi e sulle navi-cisterna e dovranno immettere sul mercato tutti i barili estratti, accentuando il calo delle quotazioni di questi mesi.   APPROFONDISCI – Petrolio a 20 dollari al barile? Per Bloomberg è possibile, c’è l’allarme scorte USA    

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Petrolio