Stipendi in Italia: perché i redditi dei più ricchi superano di sei volte quelli più “poveri”

Il 20% della popolazione con redditi più alti può contare su entrate maggiori fino a sei volte rispetto agli altri.

di , pubblicato il
Il 20% della popolazione con redditi più alti può contare su entrate maggiori fino a sei volte rispetto agli altri.

Ricchi e poveri, lavoratori che guadagnano di più e lavoratori che guadagnano di meno e i confronti potrebbero continuare all’infinito, soprattutto quando si parla di divari troppo profondi tra gli stipendi. Secondo una nuova statistica Eurostat, infatti, il divario in Italia è cresciuto, passando dal 5,92 del 2018 al 6,09. 

Il divario tra gli stipendi

Nella pratica, il 20% della popolazione con redditi più alti può contare su entrate maggiori fino a sei volte rispetto agli altri. Sempre in base alla statistica Eurostat, che mette in relazione i divari, è emerso che il nostro paese ha il rapporto peggiore rispetto ad altri come Germania, Francia, Uk, Spagna etc. A livello regionale, ad esempio, il Friuli Venezia Giulia possiede un indice del 4,1 tra il reddito disponibile del 20% più benestante e il 20% della popolazione meno benestante. Umbria e Veneto, invece, hanno un indice del del 4,2 mentre Sicilia e la Campania arrivano al 7,4. La Lombardia e il Lazio, rispettivamente 5,4 e 6,5. La provincia con meno disuguaglianze è quella di Bolzano. A livello di età, a resistere meglio sono i pensionati over 65 rispetto alla fascia più giovane. 

Sanità

Un altro rapporto, tracciato dal Cnel nella relazione 2019 al Parlamento e al Governo, affronta invece il tema della sanità italiana e delle disparità a livello regionale. Il nostro, a livello generale, si conferma tra quelli più virtuosi ma con disparità e differenze tra i ricchi e i poveri che vivono al Nord e al Sud. Ad esempio tra Milano e Napoli c’è una differenza legata alla speranza di vita di tre anni. In base ai dati forniti dal Cnel le maggiori disparità sono legate a genere ed alle condizioni socio-economiche. In particolare il maggior fattore di rischio riguarda il sovrappeso e l’obesità dei minori, il 40% al Sud.

Leggi anche: Gli uomini più ricchi del mondo: ecco i paperoni dell’ultimo decennio

Miliardari ‘impoveriti’: i 10 paperoni che hanno perso soldi nel 2019

Argomenti: