Pensioni, riforma Fornero intoccabile: pericolo crisi liquidità e bancarotta

Crisi di liquidità: ecco il rischio che l'Italia correrebbe con l'eventuale cancellazione della legge Fornero.

di Chiara Lanari, pubblicato il
Crisi di liquidità: ecco il rischio che l'Italia correrebbe con l'eventuale cancellazione della legge Fornero.

Nel corso della discussione sul Def alla Camera dei Deputati di fronte alla commissione speciale rappresentativa del governo, il vicedirettore della Banca d’Italia, Luigi Federico Signorini, ha fatto intendere che la riforma pensioni è intoccabile. La relazione del numero 2 di Bankitalia suona come una pietra tombale ai tentativi da parte di M5S e Lega Nord di superare, se non abolire del tutto la riforma Fornero. La cancellazione dell’attuale legge previdenziale è il principale cavallo di battaglia delle due forze politiche chiamate a governare il Paese dopo il voto del 4 marzo scorso, pronte a trovare un’intesa che consenta la formazione del nuovo governo.

Quali rischi corre l’Italia

Stando alle dichiarazioni di Luigi Federico Signorini, il rischio che l’Italia correrebbe con l’eventuale cancellazione della Fornero sarebbe la crisi di liquidità, dovuta alla condizione di forte indebitamento dell’Italia, ancora oggi uno dei Paesi con il maggiore debito pubblico tra quelli dell’Unione Europea. Correlato a questo argomento c’è poi il tema dello spread, su cui nelle ultime ore si stanno posando di nuovo gli occhi degli addetti ai lavori e dei mass media. L’ultima rilevazione vede lo spread a quota 138, in rialzo rispetto agli ultimi giorni, proprio per la preoccupazione di un esecutivo che veda insieme M5S e Lega Nord.

Pensioni in fuga all’estero: ecco cosa bisogna sapere

Quanto costerebbe abolizione legge Fornero

Inoltre, l’abolizione della riforma Fornero, in termini economici, costerebbe qualcosa come 100 miliardi di euro, una cifra troppo grande per poter essere recuperata con una nuova legge previdenziale che reintroduca i cardini di quella flessibilità andata perduta dopo il varo della riforma dell’ex ministro del Lavoro. Di oggi, intanto, la notizia secondo cui Elsa Fornero sta per andare in pensione, all’età di 71 anni, dopo oltre 40 anni di lavoro presso l’Università di Torino, dove ha insegnato Economia Politica. Le polemiche, anche su questo fatto, di certo non mancheranno, dal momento che la legge Fornero non vale proprio per i docenti universitari.

Leggi anche: Pensioni: Unione Europea loda la legge Fornero ma c’è più di un problema

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Economia Italia, Pensioni

I commenti sono chiusi.