Pensioni, quota 100 non piace alla Fornero: l’attacco dell’ex ministro al governo

Elsa Fornero ha ribadito la sua contrarietà nei confronti della controriforma prevista con la prossima legge di Stabilità.

di Chiara Lanari, pubblicato il
Elsa Fornero ha ribadito la sua contrarietà nei confronti della controriforma prevista con la prossima legge di Stabilità.

“Si poteva continuare con la precedente riforma ma ci sarebbe voluta una cosa che manca alla politica: l’onestà dell’intelligenza”. Parole dure quelle che Elsa Fornero ha rivolto al governo nel corso dell’intervento a InBlu Radio. L’ex ministro del Lavoro ha ribadito la sua contrarietà nei confronti della controriforma – come l’ha chiamata – prevista con la prossima legge di Stabilità. Il riferimento è a quota 100 e all’obiettivo dell’esecutivo di consentire il prepensionamento ai lavoratori più avanti con l’età in modo da favorire l’aumento dell’occupazione giovanile.

Quota 100, per la Fornero una scommessa che non può funzionare

Elsa Fornero sottolinea come altri in passato abbiano tentato la scommessa dell’incentivare la pensione anticipata dei lavoratori più anziani per consentire ai giovani di entrare più facilmente nel mondo del lavoro, senza però avere fortuna. La professoressa di Torino ha citato anche “altri Paesi”, dove la filosofia è abbastanza simile, dove però si è raccolto ugualmente poco o nulla. Da qui la considerazione finale: “Non si capisce perché oggi dovrebbe funzionare”. Non è la prima volta che la Fornero riserva parole non proprio esaltanti per la riforma pensioni del governo Movimento 5 Stelle e Lega Nord, mai come oggi vicina a diventare realtà con l’introduzione della pensione anticipata a 62 anni e 38 di contributi.

L’elogio della Fornero all’Ape social e volontaria

In contrapposizione con le mosse compiute dall’esecutivo attuale, l’economista italiana ha elogiato i provvedimenti Ape social e volontaria presentati dall’allora governo Gentiloni, definendole “innovazioni”. L’Ape social, secondo le ultime indiscrezioni giornalistiche, dovrebbe essere prorogata anche per il prossimo anno. Non ci sono invece rassicurazioni sull’Ape volontaria, che potrebbe così essere dimenticata in fretta dopo neanche un anno dalla sua entrata in vigore. Nei prossimi giorni, quanto il testo della manovra finanziaria arriverà all’esame di Camera e Senato, sapremo quali saranno le decisioni che l’esecutivo assumerà.

Leggi anche: Pensioni e Def, Bankitalia critica la manovra e difende la Fornero: Di Maio e Salvini avanti tutta

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Economia Italia, Pensioni, Politica, Politica italiana