Pensioni d’oro, Di Maio promette 1 miliardo di tagli ma lo scetticismo regna sovrano

Un miliardo di euro dai tagli alle pensioni d'oro, è quanto promesso da Luigi Di Maio.

di Chiara Lanari, pubblicato il
Un miliardo di euro dai tagli alle pensioni d'oro, è quanto promesso da Luigi Di Maio.

Ospite a Domenica Live, Luigi Di Maio ha parlato anche del taglio alle pensioni d’oro. Secondo il vicepremier, entrerebbero nelle casse dello Stato 1 miliardo di euro, somma che verrebbe poi destinata al finanziamento della pensione di cittadinanza (aumento delle pensioni minime a 780 euro). L’annuncio del ministro del Lavoro e dello Sviluppo economico è stato accolto tra l’entusiasmo generale dei sostenitori del Movimento 5 Stelle. Meno clamore ha invece ottenuto tra le sponde del Partito democratico e gli addetti ai lavori. Sembra infatti che la cifra ipotizzata, pari a 1 miliardo di euro, sia difficilmente realizzabile allo stato attuale delle cose. La risposta in ogni caso non tarderà ad arrivare.

Il taglio della discordia

Un miliardo di euro dai tagli alle pensioni d’oro, è quanto promesso da Luigi Di Maio nel corso delle ultime ore. La cifra è però oggetto di attenzione da parte degli addetti ai lavori. Tra questi anche i colleghi del Sole 24 Ore hanno sollevato apertamente dei dubbi relativi all’importo riferito dal vicepremier pentastellato. Ci si interroga ad esempio se il miliardo è riferito al risparmio eventualmente ottenuto durante l’intera durata della legislatura, oppure se esso avrà natura permanente o meno. E ancora, viene posto in risalto il fatto che non sia stata fatta menzione dell’importo minimo della pensione previdenziale oggetto del taglio, fermo restando che nel contratto di governo appare la cifra dei 5.000 euro.

Tito Boeri e i 150 milioni

L’unica proposta di legge (“D’Uva-Molinari”) in settimana non ha superato il vaglio delle audizioni in commissione Lavoro, venendo etichettata come una legge incostituzionale per via della presenza del principio retroattivo. A ciò si aggiunge il contributo fornito da Tito Boeri, secondo cui il taglio alle pensioni d’oro non genererà ricavi superiori per 150 milioni di euro all’anno. Una bella differenza se paragonati al miliardo di euro annunciato da Luigi Di Maio.

Leggi anche: Pensioni, quota 100 mette a rischio il sistema previdenziale: l’allarme di Tito Boeri

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Economia Italia, Pensioni, Politica, Politica italiana