Pensioni, caso Boeri: Roberto Fico crede a Di Maio, presidente Inps isolato

Il numero uno di Montecitorio crede a Di Maio. Boeri, ora dopo ora, è sempre più isolato.

di Chiara Lanari, pubblicato il
Il numero uno di Montecitorio crede a Di Maio. Boeri, ora dopo ora, è sempre più isolato.

La poltrona dell’Inps non è mai stata, come oggi, così in discussione. Dopo l’attacco diretto portato dai due vicepremier più il ministro dell’Economia, Boeri deve incassare anche le dichiarazioni negative di Roberto Fico, il quale ha preso le difese del capo politico del Movimento 5 Stelle. Al momento, non si registrano assist eclatanti da parte delle opposizioni, ad eccezione dell’ex ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Graziano Delrio, che su Twitter ha scritto: “Più che polemizzare coi dati di un economista prestigioso e serio come Boeri, il governo rifletta sugli allarmi che i tecnici e la Ragioneria hanno lanciato su un decreto che invece di favorire il lavoro a tempo indeterminato penalizza quello a tempo determinato”.

Roberto Fico sta con Luigi Di Maio

Il presidente della Camera dei Deputati, a margine della visita odierna al carcere di Poggioreale, ha commentato la questione Boeri, esplosa dopo la relazione tecnica sul Decreto Dignità, dove vi è riportata l’ipotesi (definita “ottimistica” dallo stesso Boeri) di una perdita di 8 mila posti di lavoro con contratto a tempo determinato all’anno. Prendendo per la prima volta parola sull’argomento, Fico ha affermato: “Se lo dice Di Maio ci credo”, appoggiando in toto il vice premier e ministro del Lavoro.

Sulle possibili dimissioni di Boeri, richieste a gran voce da Matteo Salvini nella serata di ieri, Roberto Fico ha dichiarato come sia il presidente dell’Inps e, in quanto tale, per un eventuale passo indietro deve parlarne con l’attuale premier Giuseppe Conte.

Leggi anche: Pensione per Boeri all’Inps, Salvini vuole cacciarlo ed elegge il nuovo segretario del PD

Boeri si dimetterà?

Ricordiamo che Fico e Boeri hanno lavorato insieme sul tema dei vitalizi politici, la più importante battaglia vinta dal Movimento 5 Stelle da quando è al governo insieme alla Lega Nord. Al momento, non si registrano ulteriori novità sull’argomento, che potrebbe regalare ulteriori colpi di scena nei prossimi giorni. Febbraio, in questo senso, potrebbe essere una scadenza non realistica.

Leggi anche: Decreto Dignità, volano stracci tra Boeri e il governo. Salvini: “Si dimetta”

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Economia Italia, Pensioni, Politica, Politica italiana