Pena di morte: incubo in Arkansas e svolta nella Turchia di Erdogan ma cos'è il midazolam?

Incubo in Arkansas , torna la pena di morte ed Erdogan pensa si ripristinarla in Turchia. Ma cos'è il il midazolam?

Ricevi Notizie su Presidenza Trump.
Condividi su:
Ricevi sul MobileLoading
Alessandra Di Bartolomeo

Incubo in Arkansas , torna la pena di morte ed Erdogan pensa si ripristinarla in Turchia. Ma cos'è il il midazolam?

Purtroppo nei minuti scorsi abbiamo appreso che nello stato dell’Arkansas, dopo dodici lunghissimi anni, è stata eseguita la prima pena di morte nonostante le fortissime polemiche dei giorni scorsi. L’Europa è contraria a tale barbarie ed ha invitato la Turchia a rivedere le sue idee su tale questione dopo l’annuncio di Erdogan, ovvero quello di voler fare un referendum per ripristinare la pena capitale.

Pena di morte: ritorna l’incubo in Arkansas

Nei giorni scorsi un giudice dell’Arkansas aveva sospeso l’uso del midazolam che è uno dei farmaci utilizzati per le iniezioni letali. Il giudice aveva sospeso tale prodotto in quanto sospettava una fornitura illecita. Lo stato dell’Arkanasas, però, aveva già programmato otto esecuzioni capitali entro la fine del mese di aprile in quanto tale farmaco scadrà proprio in tale periodo.

Il programma di morti che sarebbe dovuto iniziare a inizio settimana era stato stilato da Asa Hutchinson, il governatore repubblicano, e prevedeva otto esecuzioni. L’urgenza, come vi abbiamo spiegato, era stata dettata dalla scadenza del midazolam. Questo, per chi non lo sapesse, è il primo dei tre farmaci che viene somministrato ai condannati a morte proprio nello stato dell’Arkansas come sedativo. In seguito al condannato viene somministrata una seconda sostanza che lo paralizza e ne ferma la respirazione ed infine un terzo farmaco che porta all’arresto cardiaco e al decesso.

Pena di morte: ritorna l’incubo in Arkansas

Lo stato dell’Arkansas, nei giorni scorsi, ha deciso di mettere a morte otto detenuti che erano in attesa della pena capitale dagli anni ottanta. La notizia ha però sconvolto la società civile americana per il folto numero di esecuzioni e anche perché l’Arkansas non eseguiva una condanna dal lontano 2005. Le esecuzioni erano poi state bloccate in quanto le case produttrici di farmaci avevano accusato lo Stato di utilizzare le sostanze in maniera illegale. La corte Suprema, però, ha rovesciato la sentenza e così il primo a morire alle 23.56 (dei primi quattro condannati) è stato Ledell Lee, reo di aver ucciso la moglie nonostante si fosse dichiarato sempre innocente. Seguiranno poi le altre atre esecuzioni mentre le restanti quattro sono state sospese per ulteriori controlli.

Erdogan pensa al ripristino della pena capitale

Il presidente della Turchia Erdogan, dopo la vittoria al Referendum costituzionale, ha minacciato che ne farà un altro per ripristinare la pena di morte, revocata nel 2004. Se ciò dovesse diventare realtà, i negoziati tra Europa e Turchia per far entrare quest’ultima nell’Unione Europa potrebbero saltare per sempre in quanto l’Europa è sempre stata contraria alla pena capitale.

Il presidente, in merito alla sua vittoria, poi, ha comunicato che tutti dovrebbero accettare tale decisione in quanto è stata la Nazione a decidere . Lo stesso ha anche comunicato che il suo paese cambierà completamente marcia in quanto i risultati del referendum daranno degli ottimi benefici alla Turchia. E la pena morte? Si farà davvero un referendum per ripristinarla? Ma in che mondo viviamo? Restiamo umani. Leggete anche: Il “tesoretto” di Renzi da 47 miliardi? Una fake news dell’ex premier.

Commenta la notizia




SULLO STESSO TEMA