Passaporto vaccinale per far ripartire piscine e palestre, l’idea che piace

Una certificazione vaccinale anche per tornare in palestra o andare in piscina e scommettere sulle riaperture.

di , pubblicato il
Aperture cinema, palestre e ristoranti

Si parla da tempo del passaporto sanitario per viaggiare ma un principio simile potrebbe essere adottato anche da palestre e piscine per poter riaprire dopo mesi di chiusure. Gli imprenditori, infatti, sono disposti a tutto per poter tornare a lavorare. 

Certificato vaccinale per andare in palestra

L’idea di base è quella di un certificato di vaccinazione covid che i clienti delle palestre dovranno presentare, anche se resta da capire se i clienti saranno o meno favorevoli a condividere i propri dati. Palestre, centri fitness e piscine sono ormai chiusi da ottobre e i danni sono enormi, anche per chi lavora nel settore. Ecco perché, come riporta il sito Today, piace l’idea di un passaporto vaccinale riconosciuto dai sanitari per riaprire in tempi brevi. In questo periodo molte palestre e centri fitness hanno chiuso i battenti e forse non riapriranno più.

Altri sperano in una soluzione in tempi certi, considerando che dalla primavera ad oggi si sono adeguati a tutte le norme e nessun centro sportivo o palestra è mai stata al centro di un focolaio.

Passaporto vaccinale anche per i viaggi e i cinema

Secondo Giorgio Averni, presidente del circolo Antico di Tiro a Volo, come ha spiegato a Il Messaggero: “Occorre che ci siano i vaccini. Stando alle stime dei tecnici, forse per luglio avremo una percentuale alta di vaccinati. Temo, però, che a quel punto molte piscine saranno fallite. Lo sport non è solo quello dei grandi campioni, è un elemento essenziale per il benessere psicofisico delle persone e mi pare che questo sia stato dimenticato dalla politica”.

L’idea del passaporto sanitario, insomma, torna in auge non solo per il settore turistico, dove potrebbe essere davvero utile per tornare a viaggiare in aereo ma anche per altri settori quali cinema e palestre.

Del tema se n’è discusso anche in Europa parlando appunto della possibilità di tornare ad una vita normale almeno per chi si è vaccinato.

Vedi anche: Passaporto sanitario per viaggiare in aereo: il futuro è il certificato digitale?

[email protected]

Argomenti: ,