Paesi in grado di attirare risorse: Italia agli ultimi posti, un caso che non stupisce

Italia è tra gli ultimi posti per quanto riguarda i paesi in grado di attrarre o meno talenti. Lo dice uno studio dell'Ocse.

di , pubblicato il
Italia è tra gli ultimi posti per quanto riguarda i paesi in grado di attrarre o meno talenti. Lo dice uno studio dell'Ocse.

L’Italia è un paese che non attrae talenti e in più, i cervelli scappano all’estero. Secondo i dati dell’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico, i talenti sono attratti dall’Italia sono più di paesi come Grecia, Turchia e Messico.

I dati Ocse

Il rapporto dell’Ocse, dunque, mette l’Italia agli ultimi posti tra quei paesi in grado di attrarre talenti, i dati si basano su vari fattori quali prospettive globali future del Paese in cui ci si intende trasferire, qualità delle opportunità offerte, facilità a portarci la famiglia, redditi e tasse, costi per la cura, artura verso l’immigrazione. I talenti, in particolare si fa riferimento a imprenditori o lavoratori molto qualificati con master oppure studenti universitari, dovrebbero garantire la crescita economica nel paese in cui approdano.

I paesi maggiormente attrattivi

Gli Usa sono sicuramente tra i primi posti tra i paesi in grado di attrarre talenti, soprattutto lavoratori qualificati, perdono solo qualche posizione quando si tratta di accesso e pratiche burocratiche. Australia, Svezia, Svizzera, Nuova Zelanda e Canada, sono gli altri paesi attraenti per i talenti.

L’Italia, invece, si trova agli ultimi posti. Secondo l’Ocse, non è in grado di attirare lavoratori qualificati di altri paesi senza contare che molti talenti scappano all’estero. Peggio di noi, come detto, solo Grecia, Messico e Turchia. Poco meglio Israele e Polonia. Si fa anche riferimento al fatto che i cervelli vengono attratti da quei paesi in cui possono trovare i loro pari, motivo per cui l’Italia appare penalizzata.

La situazione non cambia molto parlando di imprenditori. In questo caso i paesi più attrattivi sono Canada, Nuova Zelanda, Irlanda, Svizzera e Usa, con Svezia e Norvegia che prendono il posto degli Usa quando si tratta di accesso.

Per gli universitari, infine, tra le mete migliori e attrattive ci sono Usa, Canada e Australia ma anche UK e Nuova Zelanda. Norvegia, Germania e Svizzera, invece, consentono un facile accesso e danno la possibilità di lavorare durante gli studi.

Considerando, invece, gli spostamenti interni le città italiane che attraggono maggiormente talenti sono Milano, Bologna, Torino e Firenze.

Leggi anche: Lavoro e disoccupati: al Sud sono più che in tutta la Germania

Argomenti: , ,