Oscar Giannino e le possibili nuove alleanze

Oscar Giannino, leader di Fermate il declino, incontra Roberto Maroni, leader della Lega. Alleanza in vista?

di Patrizia Del Pidio, pubblicato il
Oscar Giannino, leader di Fermate il declino, incontra Roberto Maroni, leader della Lega. Alleanza in vista?

Oscar Giannino incontra Roberto Maroni, leader della Lega, a Milano. Anche se il giornalista economico, leader di “Fare per fermare il declino” minimizza, parlando con l’Huffington Post, l’incontro risponde a una precisa richiesta. Giannino ha dichiarato “Siamo in una fase in cui molti mi cercano, ed è normale: Fare per fermare il declino rappresenta una novità rilevante sulla scena politica. Ho incontrato Roberto Maroni, così come incontro altre personalità del mondo della politica, dell’impresa, della cultura”; in realtà Fermare il declino ha bisogno di uscire dall’isolamento in cui è confinato e l’idea di creare un polo alternativo a quello di Silvio Berlusconi, insieme alla Lega sembra l’idea più accreditata. Durante l’incontro tra i due leader si è parlato molto della regione Lombardia, che tra l’altro nell’election day vedrà rinnovarsi anche il Consiglio Regionale. Il Fid non ha ancora un leader, escludendo Oscar Giannino (Oscar Giannino candidato alle elezioni come Premier) che sarebbe disposto a sostenere Maroni a patto che la Lega accetti i 10 punti del programma di Fermare il declino all’interno del suo programma. Ma non giunge, nè da parte di Giannino nè da parte di Maroni, nessuna conferma o smentita se durante l’incontro si sia discusso di una possibili alleanza per le prossime elezioni politiche. Giannino e il suo staff ribadiscono la disponibilità al colloquio con tutte le forze politiche, ma resta comunque l’idea che una alleanza a livello nazionale tra Lega e Fermate il declino porterebbe beneficio a entrambi i movimenti, allargando la visibilità del movimento di Giannino e del suo programma e rendendo la Lega e la sua campagna elettorale vista con occhio migliore. I due movimenti politici però, al momento, sono accomunati soltanto dalla visione negativa per le adozioni fiscali volute dal Governo Monti, decisamente troppo poco per tentare una scalata al Parlamento.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Politica