Ordini e fatturato industria, il crollo di gennaio preoccupa per un dato specifico

Ordini e fatturato dell'industria in calo a gennaio, ma il dato preoccupante riguarda la dinamica estera.

di Giuseppe Timpone, pubblicato il
Ordini e fatturato dell'industria in calo a gennaio, ma il dato preoccupante riguarda la dinamica estera.

Brutto colpo per l’industria italiana a gennaio. Il 2015 si apre male, stando ai dati appena diffusi dall’Istat: gli ordini sono diminuiti del 3,6% rispetto a dicembre e del 5,5% (dato grezzo) rispetto al gennaio del 2014. Stesso discorso per il fatturato, che cede l’1,6% (dato destagionalizzato) su dicembre e del 2,5% (dato corretto per gli effetti del calendario) su base annua. Guardando alla dinamica interna ed estera, scopriamo che rispetto al mese di dicembre, il fatturato è diminuito dello 0,9% sul mercato nazionale e del 3,1% su quello estero. A livello tendenziale, il calo è stato del 3,7% sul mercato domestico e dello 0,3% su quello estero. Il discorso appare più marcato con  riguardo agli ordini: il calo mensile del 3,6% è frutto di un aumento dello 0,7% sul mercato interno e di un crollo del 9% su quello estero.   APPROFONDISCI – L’industria italiana riparte a dicembre. Bene i dati anche nel resto dell’Eurozona  

S’indebolisce la domanda estera, nonostante il calo dell’euro

In sostanza, a “tradire” è stato stavolta il mercato estero, quando nel corso dei mesi precedenti la crisi sia del fatturato che degli ordini era addebitale alla componente interna. Quest’ultima appare ancora debole, seppure in miglioramento, mentre la dinamica internazionale potrebbe riservare qualche sorpresa negativa. Si consideri che nel mese di gennaio l’euro si era già indebolito da mesi rispetto al dollaro, sebbene il vero tonfo si è registrato a febbraio e marzo e si consideri che servirebbero diversi mesi per avvertire l’effetto positivo di un cambio più debole sul mercato estero. In ogni caso, il dato di gennaio resta preoccupante, sebbene l’altro ieri Confindustria abbia rassicurato che già a febbraio si dovrebbe notare una ripresa dell’industria e che il pil nel primo trimestre dovrebbe essere cresciuto dello 0,2% sui 3 mesi precedenti.   APPROFONDISCI – Pil Italia, recessione addio per Confindustria: +0,2% nel primo trimestre    

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Crisi economica Italia